domenica 11 maggio 2014

Charles J. Hall e i Grandi alieni bianchi

Charles J. Hall, fisico americano esperto di questioni strategiche, militari e nucleari, dispone di un’autorizzazione di accesso a un livello segreto del Dipartimento americano della Difesa. Il sito “messagesdelanature.ek.la” riporta la sua testimonianza di un incontro con i Grandi alieni bianchi

http://3.bp.blogspot.com/-49PgUtBf87E/UXUov-SSBjI/AAAAAAAATS0/_9s8BBuucZw/s200/alieni+bianchi.jpeg

Il Grande bianco – di cui si parla poco – è una creatura aliena di forma umanoide, alta da 1.80m sino a 3m. Dalla pelle bianca e gessosa, il corpo esile e luminescente, ha un viso simile a quello dell’uomo, ad eccezione degli occhi, di colore blù e più grandi dei nostri. Le sue mani hanno quattro dita.
I Grandi bianchi sono pacifici e spiritualmente elevati. Possono vivere sino a 800 anni e quando corrono raggiungono velocità vicine ai 60km/h.
Non temono l’uomo e sono circondati da un campo magnetico che li protegge da colpi e proiettili.
Sono anche esperti di levitazione e telepatia.

grandi_bianchi

Charles Hall sostiene che sono in ottimi termini con gli altri responsabili dei governi, per la condivisione e lo studio scientifico dei comportamenti della loro specie e della nostra.
Hall era entrato in contatto con queste creature fra il 1965 e il 1967, quando – nella sua funzione di osservatore meteo per l’aeronautica militare americana – si trovava in una zona vicina all’area operativa militare chiamata Area 51, nel deserto del Nevada. In questa zona i Grandi bianchi effettuavano trasferimenti di tecnologia con i militari americani.
“Non ho mai visto dei Grandi bianchi rapire delle persone – spiega Hall – come descrivono i casi tipici di abduction. Però mentre ero sul terreno ho visto che se i Grandi bianchi ritenevano che un essere umano fosse in pericolo o necessitasse aiuto potevano avvicinarsi per offrire assistenza. Le persone, spaventate e confuse, potevano facilmente pensare a un tentativo di rapimento alieno.
Non ho mai visto qualcosa che possa farmi credere che i Grandi bianchi sono sulla Terra per inseminare il pianeta e creare degli ibridi.
Non dispongo di informazioni personali sui primi contatti fra il governo americano e i Grandi alieni bianchi, ma la Grande bianca indicata come “l’insegnante” affermava che Pamela [il nome umano di una Grande aliena bianca] era nata a Indian Springs, in una regione a sud dell’Area 51, verso il 1812.
Il presidente Harry Truman affermava di aver incontrato il fantasma di Abraham Lincoln nella Casa Bianca verso la fine degli anni 1940. La sua descrizione del cosiddetto fantasma corrisponde a diversi Grandi bianchi che ho visto di notte a Indian Springs.
Per questo motivo ritengo che la prima interazione formale fra i Grandi bianchi e il governo americano abbia avuto luogo verso il 1940-1950.
Le leggende degli antichi greci che risalgono al 972 a.C., parlano di un gruppo di “divinità” di Grandi bianchi provenienti dalla stella Acturus. Per questo motivo designavano questa stella con il nome di “La sentinella”. E’ probabile che circa 3’000 anni fa i Grandi bianchi fossero arrivati sulla Terra provenienti da Acturus.
In base alle mie conoscenze, gli unici extraterrestri presenti nella base di Nellis dell’Air Force, nel Nevada, generalmente associata all’Area 51, sono i Grandi bianchi. Nei due anni che ho passato in questa zona non ho mai visto alcun altro tipo di extraterrestre.
Va precisato che i Grandi bianchi non vivono nell’Area 51 (Groom Lake) o nell’Area 52 (Papoose Lake). Vivono nei sotterranei dell’Area 53. La loro base principale si trova in una montagna a est dell’Area 53, che è chiamata Area 54.
L’Area 53 e la 54 sono una regione talmente limitata, sorvegliata e proibita che non esiste nemmeno sulle mappe ufficiali dell’US Geographical Survey.
Al suo posto c’è una vasta zona bianca designata come “territori inesplorati”. I Grandi bianchi sono le uniche creature aliene che ho visto nei deserti, nelle vallate e nelle montagne a nord di Indian Springs. Credo però che i “Grigi”, siano alieni reali e che vivano da qualche parte sulla Terra. Ma non nell’Area 51.
Ritengo che i Grigi potrebbero trovarsi nello Stato del Nuovo Messico. Sulla base di informazioni che ho raccolto nel corso degli anni, ritengo che l’incidente di Roswell, nel Nuovo Messico, del 1947 fosse reale e che a schiantarsi fosse stato un vascello dei Grigi.
Credo che la Terra sia visitata da diverse razze aliene. Sono convinto che il governo americano diffonda periodicamente della disinformazione e false informazioni che fanno parte di una campagna atta a generare una cortina fumogena.
Ritengo che anche una parte importante dell’informazione relativa all’Area 51 sia disinformazione.”

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.