giovedì 31 maggio 2018

Gli avvistamenti di ufo italiani più eclatanti



Un argomento che divide il mondo a metà: da una parte chi crede che esistano e dall’altra chi invece non ci crede nemmeno un po’.







 Nota del blogger: video diffuso dal Pentagono dove il pilota parla esplicitamente di oggetto volante che fa manovre impossibili per qualsiasi aereo terrestre. Il Pentagono, ha finalmente ammesso nei mesi scorsi, di aver spesso vari milioni di dollari nello studio degli UFO per ragioni di sicurezza nazionale. Il termine UFO infatti è stato coniato dai militari anni or sono, e significa Oggetti Volanti non Identificati. Se l'hanno coniato appositamente la ragione è chiara quasi a tutti oramai. Tranne a chi si ostina di non voler accettare una realtà ineluttabilmente e statisticamente inconfutabile. Nell'universo esistono altre civiltà che abitano altri pianeti e viaggiano tra le stelle!

Un mistero che ancora non è stato risolto e che chissà se si risolverà mai.
Numerosi sono gli avvistamenti di ufo, molto sono state ritenute bufale mentre altre sono rimaste li senza una spiegazione e senza il coraggio di dire se era davvero un vero ufo o no.
Partiamo con il dire che con il termine ufo s’ intende un oggetto volante non identificato. In Italia ci sono stati alcuni avvistamenti di ufo che ancora oggi nel 2018 non hanno spiegazione e che hanno lasciato un ombra di mistero ancora più grande.
  • Marzo 1945. Una notte l’ equipaggio di un bimotore Boston del 55° squadrone vide 6 palle di fuoco in fila nel cielo. Le palle diedero anche delle interferenze agli strumenti del veicolo.
  • Novembre 1864. La contessa Montespertoli vide nel cielo un globo bianco grandissimo, più della luna. Poi all’ improvviso usci un altro globo più piccolo arancione e anche quello grande prese lo stesso colore per poi scomparire all’ improvviso.
  • 24 aprile 1950. Un operaio afferma di aver visto uno strano veicolo circolare e vide tre individui che stavano come cercando si sistemare una rottura. Offri il suo aiuto ma i tre individui si parlarono in maniera strana lo colpirono con una luce e poi sparirono. Al mattino c’ era quanto orme circolari sulla terra.
  • 2 luglio 2008. Un pilota di aliante si trovo in cielo con un oggetto bianco che seguiva la sua rotta. Faceva cambi di posizione in maniera velocissima e dopo un po’ scomparve all’ improvviso. Aosta affermò che non vi erano altri veicoli in cielo oltre a lui e il GPS registro tutto l’ accaduto ma ancora non si riesce a dare una spiegazione al fatto.
Fonte



Fiorentina – Pistoiese del 1954: Sospesa quando 10.000 persone avvistarono gli UFO

Era il 27 ottobre 1954, una classica domenica di inizio autunno, quel giorno si giocava Fiorentina – Pistoiese, una partita del campionato riserva, una competizione che oggi non esiste più. Un match che avrebbe dovuto essere senza storia, ma che invece rimase impresso nella mente dei tanti tifosi e di molta gente in tutto il mondo per un fatto assolutamente particolare.
Durante il secondo tempo, precisamente alle 14:20, il pubblico comincia a rumoreggiare non per la partita, ma per qualcosa che si vede nel cielo. L’arbitro alza gli occhi al cielo e vede quello che i 10.000 tifosi del Franchi stavano osservando da qualche decina di secondi: 20 oggetti volanti non identificabili che passano sullo stadio. La certezza sul numero degli oggetti volanti a distanza di anni non è più assoluta. L’arbitro sospese la partita e tutti rimase ad osservare questi strani oggetti dalle forme più disparate che “navigavano” sopra le teste di spettatori e giocatori.
 _77786117_84698


Dopo pochi secondi, da questi oggetti cominciò a cadere una specie di neve, una serie di filamenti che sembravano bambagia ma che, al contatto con le mani, evaporava svanendo nel nulla.
Alfredo Jacopozzi, studente di ingegneria, riuscì a raccogliere un piccolo campione e a portarlo all’istituto per le analisi dell’università di chimica di Firenze, dove il professor Canneri esegui una spettrografia decodificando le sostanze chimiche del composto: Boro, Silicio, Calcio e Magnesio. Il professore descrive la sostanza come “a struttura fibrosa, di notevole resistenza meccanica alla trazione e alla torsione. Al riscaldamento imbruniva lasciando un residuo fusibile e trasparente”. ( Nota di Oliviero Mannucci: Perchè si omette che il professor Canneri descrive la composizione chimica sopra descritta come una probabile tipo di vetro) Tutta la Firenze e le zone limitrofe quel giorno vennero coperte da questi strani “capelli d’angelo”.
Molti giornali anche esteri, diedero ampio risalto alla notizia. Il quotidiano fiorentino La Nazione con il giornalista appassionato di misteri Giorgio Batini si interessarono molto, è sua l’intervista rilasciata quasi 60 anni dopo al programma Voyager.
ufo fiorentina pistoiese 1954 3

La BBC ha realizzato uno speciale per ricordare l’evento, in cui i protagonisti di quel giorno, giocatori e spettatori, hanno rilasciato una serie di interviste.
Ardico Magnini: “Ricordo tutto, dalla A alla Z. Fu qualcosa che sembrava un uovo che si muoveva lentamente, piano piano. Ogni persona che era allo stadio era in osservazione e vedeva degli scintillii che cadevano dal cielo, come glitter argentati. Rimanemmo tutti stupiti perché non avevamo mai visto niente di simile prima”.
Romolo Tuci: “In quegli anni tutti parlavano alieni, tutti parlavano degli UFO e noi ne abbiamo avuto l’esperienza, li abbiamo visti, direttamente, per davvero.”
Gigi Boni, un fan della Fiorentina, racconta diversamente la cosa: “Si muovevano molto velocemente e a un tratto smisero, durò in tutto un paio di minuti. Li descriverei come fossero dei sigari cubani. Penso che fossero extra-terrestri, e non c’è altra spiegazione che possa dare”.
L’arbitro registrò che il gioco fu sospeso a causa di spettatori che guardavano qualcosa nel cielo.

Fonte

 Risultati immagini per canneri ufo 1954 rapporto

Commento di Oliviero Mannucci:  Se volete farvi delle grasse risate cercate in rete la "spiegazione" a dir poco rocambolesca del CICAP, che sostiene, arrampicandosi sugli specchi, che gli UFO in questione visti da migliaia di persone come oggetti metallici a forma di sigaro cubano, non sarebbero altro che dei riflessi provocati da un materiale lanciato da aerei militari per ingannare i radar nemici ( ma la guerra a quel tempo non era già finita da un bel po'? Quali aerei nemici andavano ingannati?) e la famosa bambagia silicea, avvistata quel giorno e comune a decine di altri avvistamenti UFO avvenuti in tutto il mondo, sempre per il CICAP, non sarebbe altro che matasse di ragnatele prodotte da ragni volanti. Peccato che il professor Canneri, che ebbe modo di a analizzare tale materiale lo descrisse così: “a struttura fibrosa, di notevole resistenza meccanica alla trazione e alla torsione. Al riscaldamento imbruniva lasciando un residuo fusibile e trasparente”. " Un vetro borosilicato" meglio conosciuto come Pyrex o Bk7 e con altre denominazioni, utilizzato in campo ottico, farmaceutico(  apparecchiature chimiche)e in alcuni componenti delle centrali nucleari,  cosa ha a che fare con le matasse di ragnatele prodotte da sedicenti ragni volanti solo il CICAP lo sa. Un CICAP cari lettori, che si dovrebbe solo vergognare di mentire spudoratamente per addormentare il cervello della gente. Voi pensate solo ad una cosa, quante stronzate ha messo insieme per cercare di spiegare un avvistamento ufologico autentico visto da migliaia di persone.

1) Cosa ci facevano aerei militari a buttare sopra allo stadio una sostanza che ingannasse i radar nemici? Che guerra stavano combattendo e contro chi? C'è da sghignazzare solo a pensarci.
2) Quante volte nella vostra vita avete visto matasse di ragnatele cadere dal cielo prodotte da ragni volanti? Guarda caso, oltre agli aerei impegnati in una battaglia non si sa con chi, ragni volanti arrivarono sopra lo stadio a buttare matasse di ragnatele sopra a mezza Toscana.
3) Il composto analizzato dal prof. Canneri non corrisponde minimamente con gli elementi chimici presenti in alcun tipo di ragnatela esistente al mondo.
Risultato: IL CICAP E' UN ASSOCIAZIONI DI DEMENTI! E CHI GLI CREDE E' NE PIU' NE MENO COME LORO. LE " SPIEGAZIONI" DEL CICAP SONO STATE PIU' VOLTE SMENTITE DALLO STESSO MONDO SCIENTIFICO AL QUALE LORO DICONO DI APPARTENERE. LA BUFALA PIÙ GROSSA CHE DISSERO E' CHE LA SACRA SINDONE NON HA OSPITATO IL CORPO DI GESU', FACENDO UNA FIGURA DI MERDA MONDIALE, QUANDO VENNERO SMENTITI IN MANIERA SPETTACOLARE DA UN TEAM DI STUDIOSI.


Il documento segreto di Einstein e Oppenheimer e la questione aliena

Nel giugno del 1947, Albert Einstein e J. Robert Oppenheimer avevano scritto un documento di sei pagine intitolato "Relazioni con gli abitanti di corpi celesti" (Rapporti con gli abitanti di corpi celesti -traduz.). Il documento riferisce che la presenza di veicoli spaziali non identificati era stata accettata dai militari.

Questo documento affronta alcune tematiche come ad esempio la 'loro' provenienza e su come dovremmo comportarci qualora dovessimo scoprire un loro insediamento sulla Terra e come il genere Umano dovrebbe interagire con loro. Infine,nel documento si discute circa la presenza di 'astronavi celesti' nella nostra atmosfera a seguito dei risultati ottenuti dagli esperimenti militari per gli armamenti e dai test di fissione e fusione nucleare.
Einstein e Oppenheimer incoraggiano a considerare la nostra situazione attuale e il potenziale di sicurezza per il futuro che dipendera' solo dalle nostre azioni. Come possiamo evitare questo pericoloso destino al quale andiamo incontro?
Di seguito è riportato un estratto dal documento:
"Il rapporto con gli alieni in fondo non costituirebbe un nuovo problema dal punto di vista del diritto internazionale, ma offrira' la possibilità di confrontarsi con esseri intelligenti che non appartengono alla razza umana costringendoci a discutere di alcune problematiche le cui soluzioni sarebbero difficili da concepire. In linea di principio, non vi è alcuna difficoltà ad accettare la possibilità di raggiungere un accordo con loro, e stabilire ogni sorta di relazioni. Se questi esseri intelligenti posseggono una cultura e una organizzazione politica più o meno perfetta, avrebbero il diritto assoluto di essere riconosciuti come un popolo sovrano e indipendente.
Un'altra possibilità potrebbe essere che una specie di Homo sapiens avrebbe potuto stabilirsi su un altro corpo celeste nel nostro sistema solare creando cosi' una nazione indipendente, e che si sarebbe evoluto culturalmente in modo diverso ed autonomo rispetto alla nostra civilta'. Le condizioni di vita su questi corpi celesti, come la luna o Marte, dovrebbero essere tali da consentire una vita stabile e in qualche modo divera dal nostro punto di vista economico.
Molto si è speculato sulla possibilità dell'esistenza di vita al di fuori della nostra atmosfera ed oltre. Supponiamo che possa esistere la steatite lunare (una roccia metamorfica somigliante alla giada anche se con un aspetto maggiormente polveroso) la quale conterrebbe fino al 13 per cento di acqua.
Attraverso l'uso di un particolare tipo di energia e di macchinari impiantati sulla luna e con il supporto di una stazione spaziale si potrebbe rompere e polverizzare la steatite lunare per poi portarla all'eliminazione dell'acqua di cristallizzazione.  Questa potrebbe essere raccolta e poi decomposta in idrogeno e ossigeno utilizzando della corrente elettrica o un tipo di radiazione ottenuta dall'ossigeno e dal sole e che potrebbe essere utilizzata per la respirazione mentre l'idrogeno potrebbe essere usato come combustibile. Ora veniamo al problema nel determinare su che cosa fare se gli abitanti dei corpi celesti, o entità biologiche extraterrestri (EBE) desiderano stabilirsi sulla Terra. 
Se sono politicamente organizzati e possiedono una certa cultura simile alla nostra, potrebbero essere riconosciuti come un popolo indipendente. 
Se essi non considerano la nostra cultura politicamente organizzata a livello globale, non avrebbero alcun motivo per colonizzare la Terra. Naturalmente, questa colonizzazione non potrebbe essere condotta in modo classico. 
Dovrebbe essere progettata una più alta forma di colonizzazione che dovrebbe essere una sorta di tutela, possibilmente attraverso un'approvazione implicita delle Nazioni Unite. L'ONU avrebbe il diritto legale di consentire tale tutela su di noi in questo modo?  Non possiamo escludere la possibilità che una razza di popoli extraterrestri tecnologicamente ed economicamente più avanzati possano prendersi il diritto di occupare un altro corpo celeste".
La divisione di zone celesti e la loro ripartizione tra gli altri stati celesti. 
Un ente morale? 
"La soluzione più plausibile sembra essere quella di un accordo che preveda l'assorbimento pacifico di una razza celeste, in modo che la nostra cultura sarebbe rimasta intatta, con la garanzia che la loro presenza non sarebbe stata rivelata. Questo accordo sarebbe solo un caso di internazionalizzazione delle persone celesti, e la creazione di uno strumento di trattato internazionale.
La presenza di 'astronavi' nella nostra atmosfera sono il risultato diretto dei nostri test di armi atomiche?
La presenza di veicoli spaziali non identificati nella nostra atmosfera (e in orbita intorno al nostro pianeta) è accettata dalle nostre forze militari. Alcuni strateghi militari prevedono l'uso di veicoli spaziali muniti di armi nucleari da utilizzare solo come arma definitiva. L'attacco non sarebbe venuto da più direzioni né da un determinato paese, ma dal cielo, con l'impossibilità pratica di identificare l'autore dell'offensiva. Quando i satelliti artificiali e missili vengono collocati nello spazio, dobbiamo considerare la potenziale minaccia che un veicolo spaziale non identificato può avere. Dovremmo prendere in considerazione il fatto che la errata identificazione di questi veicoli spaziali da un missile intercontinentale in fase di rientro potrebbe portare ad una guerra nucleare accidentale".


Oliviero Mannucci: Insomma ora  avete capito la serietà della questione UFO! Altro che quei "QUARKuaraqua" del CICAP. 


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.