martedì 31 gennaio 2012

Gennaio 2012: " I TEMPI SONO MATURI" letto in quasi 70 paesi del mondo




Cari lettori, ovunque siate vi ringrazio! Questo mese, che si concluderà tra qualche ora, le statistiche di questo blog parlano chiaro, circa 6000 lettori unici da quasi 70 paesi del mondo. Un risultato sicuramente rilevante per un piccolo blog come questo. Ringrazio inoltre tutti coloro hanno scritto sia pro sia contro. Ho piacere di scambiare opinioni con chi legge questo blog, purchè si rimanga nei termini della buona educazione, e devo dire che la maggior parte degli interventi fatti, sia pro che contro sono stati corretti, almeno nella forma. Un abbraccio a tutti e buona lettura. Tra alcune settimane andrò negli USA per una quindicina di giorni, non vi posso dire di più, ma quando tornerò avrò molto da raccontarvi. Nel frattempo, se volete continuate a seguirmi.

Cieli sereni

Oliviero Mannucci

Gli animali di Fukushima, le 'altre' vittime del disastro

30 Gennaio 2012

cane fukushima
Tantissimi animali sono stati abbandonati nei pressi di Fukushima

Quando l'11 marzo scorso è avvenuto il peggior disastro nucleare dai tempi di Chernobyl, le autorità giapponesi hanno disposto l'evacuazione dei residenti nel raggio di 20 chilometri dalla disastrata centrale di Fukushima, colpita dal devastante terremoto/tsunami che ha messo in ginocchio il Giappone.

78.000 Persone il 12 marzo lasciarono quella zona, credendo che vi sarebbero tornate pochi giorni dopo. Abbandonando le loro abitazioni, migliaia di persone hanno però lasciato in quell'area contaminata i cani nei cortili, i gatti nelle case e il bestiame rinchiuso nelle stalle. Quel che resta di loro, a distanza di quasi un anno, sono le carcasse sparse sul territorio.

A ricordare le 'altre' vittime del disastro è un reportage della CNN dal titolo Gli animali di Fukushima abbandonati e lasciati morire.

“È vergognoso” - riferisce all'emittente statunitense Yasunori Hoso di United Kennel Club in Giappone. “A partire dall'inizio del disastro abbiamo continuato a chiedere al governo di salvare questi animali. Ci deve essere stato un modo per salvare le persone e gli animali, allo stesso tempo dopo il disastro nucleare a Fukushima”.

Lo scorso dicembre, il governo giapponese ha permesso al alcuni gruppi per i diritti degli animali, come UKC Giappone, di entrare nella zona di esclusione in soccorso agli animali sopravvissuti. Questi ultimi - 250 cani e 100 gatti – risiedono ora presso il rifugio UKC Giappone, nei pressi di Tokyo.

Eppure, non tutti gli animali abbandonati nei dintorni di Fukushima sono andati incontro alla morte. A prendersi cura degli animali rimasti nell'area contaminata è stato Naoto Matsumura, che ha deciso di non rispettare l'ordine di evacuazione e, malgrado quanto stabilito dal governo, non si è allontanato da Tomioka, distante 16 chilometri dalla disastrata centrale.

Proprio dal desiderio di continuare a nutrire gli animali della sua fattoria è scaturita la ribellione dell'agricoltore di 52 anni al piano di evacuazione predisposto dalle autorità.

Matsumura vive senza elettricità e prende l'acqua da un pozzo nelle vicinanze. Scivola fuori dalla zona di esclusione soltanto per procurare il cibo e poi vi ritorna per alimentare il maggior numero di animali che può.

Secondo Matsumura il governo e la Tepco non stanno facendo abbastanza per le vittime dell'incidente nucleare. In particolare, l'agricoltore chiede che vengano accelerati i lavori di bonifica dell'area contaminata: Matsumura ritiene che, se i lavori continueranno con questi ritmi, non potrà mai vedere ritornare la gente di Tomioka.

“Vedete che cosa può succedere negli Stati Uniti, in Russia e in Giappone. Questo è il terzo incidente nucleare, la terza volta che qualcosa creata da noi finisce per farci male. È la terza volta, ma non abbiamo ancora imparato la lezione”.

Come rivelato dai test eseguiti, il corpo di Matsumura è completamente contaminato eppure, come unico cittadino di Tomioka, intende restare per tener d'occhio l'operato del Governo.

“Dobbiamo bonificare questa zona, altrimenti questa città morirà. Resterò per assicurarmi che venga fatto. Voglio morire nella mia città”.

A.P.

Fonte: http://www.ilcambiamento.it

Svizzera: Nucleare, in un anno 31 incidenti

BERNA - Le cinque centrali nucleari svizzere hanno registrato lo scorso anno 31 incidenti minori, un quarto in meno rispetto al 2010. Nessuno ha avuto ripercussioni sulla sicurezza degli impianti. È quanto emerge dal consueto rapporto annuale dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN).
Dopo la catastrofe di Fukushima, i gestori della centrale di Mühleberg, sono stati costretti a sospendere anticipatamente l'attività dell'impianto. La Società elettrica bernese BKW è stata obbligata a fornire le prove che l'approvvigionamento dell'acqua di raffreddamento è garantita anche in caso di inondazioni del fiume Aare.
La BKW ha dovuto dimostrare che in simili condizioni le tubature che forniscono l'acqua non possono essere ostruite da detriti. Per il resto, undici eventi senza conseguenza alcuna hanno interessato le centrali di Leibstadt (AG), sette i reattori 1 e 2 di Beznau (AG), cinque Gösgen (SO) e altri tre Mühleberg.
Gli impianti dell'Istituto Paul Scherrer hanno subito tre incidenti minori e il reattore di ricerca del Politecnico federale di Losanna (EPFL) uno solo. L'Ispettorato per la sicurezza nucleare giudica buono lo stato di funzionamento delle centrali elvetiche. La radioprotezione del personale degli impianti e della popolazione è stata sempre garantita.

Fonte: http://www.cdt.ch

FRAN DRESCHER: "SONO STATA ADDOTTA DAGLI EXTRATERRESTRI"


Fran Drescher, l'attrice americana diventata famosa negli anni novanta con il telefilm "La tata" ha dichiarato in tutta serietà a un giornalista dell' Huffingthon Post di essere stata addotta dagli extraterrestri. E non solo lei ma anche il suo ex marito, Peter Marc Jacobson, ha vissuto un'abduction ed è successo quando i due erano molto giovani e ancora non si conoscevano. Ha detto che le loro esperienze di abduction sono molto simili e hanno un parallelismo poichè sia lei che l'ex marito l'avrebbero vissute ai tempi delle medie e precisamente quando un giorno stavano viaggiando in auto per strada e alla guida c'erano i loro rispettivi padri. Qualche anno dopo racconta l'attrice: "Ci siamo incontrati e abbiamo scoperto di aver vissuto la stessa esperienza. E sono convinta che in qualche modo siamo stati programmati a incontrarci". Afferma anche che un impianto alieno avrebbe programmato alcune sue azioni, e che anche suo marito avrebbe un impianto. E tutti e due hanno una cicatrice uguale e nel medismo punto della mano. L'ex marito però è un pò scettico su un coinvolgimento extraterrestre nel loro passato e crede che la cicatrice dell'ex moglia sia stata causata da un piccolo e banale incidente domestico, come ad esempio una bruciatura con una tazza di acqua calda, ma lei non ne è assolutamente daccordo "Gli ho detto che è quello che gli extraterrestri gli hanno programmato a pensare. Abbiamo la medisima cicatrice nel medisimo punto della mano, e la realtà è che l'impianto si trova lì".

Fonte traduzione e adattamento a cura di Noiegliextraterrestri.blogspot.com

Maltempo al nord Italia, gelo e neve in arrivo: mai così freddo da 27 anni

neve nord italia

Il freddo sta stringendo l’Italia del Nord nella sua morsa. Dopo le forti nevicate nel fine settimane in Piemonte, Liguria e alcune zone della Lombardia, il maltempo non accenna a diminuire, aumentando secondo le previsioni per tutta la settimana. Le previsioni parlano infatti di nuove correnti d’aria fredda con nevicate possibili anche in pianura per i prossimi giorni sul Nord Ovest e sul Centro-Nord. Secondo i meteorologi si potrebbe raggiungere temperature basse mai registrare negli ultimi 27 anni, a causa delle correnti che arrivano dalla Russia, dove le temperature sono scese a livelli storici fino a -37 gradi di Carelia.

Fonte: http://www.fattidicronaca.it

Arriva l’aereo firmato Nasa

Engadget ci presenta il progetto futuristico di un velivolo, Amelia, studiato presso la California Polytechnic State University grazie a una borsa di studio fornita direttamente dalla NASA, la quale ha messo a disposizione anche la propria galleria del vento. Questo aereo ha i motori, ovviamente a reazione, sopra le ali. Il suono in questa maniera si disperderà in alto, anziché in basso, e l’aereo potrà, almeno secondo le intenzioni, fare decolli e atterraggi molto più corti degli attuali velivoli commerciali, e sembra anche più bello del Boeing 787!

Fonte: http://www.giornalettismo.com

Astronomia/ Telescopio spaziale "Kepler" scopre 11 sistemi solari

Per un totale di 26 esopianeti

      AFP

Washington, 27 gen. (TMNews) - Il telescopio spaziale della Nasa "Kepler" ha scoperto undici nuovi sistemi solari con un totale di 26 pianeti, il che porta a sessanta il numero di "esopianeti" rilevati fino ad oggi dalla sonda: lo ha reso noto l'Agenzia spaziale statunitense, la Nasa.

Nessuno dei nuovi sistemi somiglia a quello terrestre ad eccezione di "Kepler-33" che ha un diametro tuttavia maggiore e conta cinque pianeti. Quanto a questi ultimi, le masse variano da 1,5 volte quella terrestre a giganti - presumibilmente gassosi - del tipo di Giove, ma saranno necessarie ulteriori analisi per determinare esattamente la loro composizione.

"Kepler", lanciato nel marzo del 2009, ha il compito di cercare pianeti simili alla Terra fuori dal sistema solare che orbitano attorno a stelle più o meno lontane nella nostra galassia, la Via Lattea. La sonda è equipaggiata con un potente telescopio da 1,03 tonnellate, uno specchio principale di 1,4 metri di diametro e un'apertura di 95 cm, capace di inquadrare un campo pari a 105 gradi quadrati di cielo. Lo strumento può rilevare anche le sorgenti di luce più deboli e l'offuscamento periodico di una stella causato dal passaggio di un pianeta.

(con fonte Afp)

Fonte: http://www.tmnews.it

Ufo sottomarino nel Mar Baltico: gli Usa pronti ad una spedizione

L’anno scorso, sotto il mar Baltico è stato identificato un oggetto non identificato di forma circolare con un diametro di 60 metri la cui forma assomiglia alla “classica” navicella spaziale. Si tratterebbe di un USO (“oggetto sottomarino non identificato”), acronimo che si riferisce a qualcosa di simile ad un UFO sottomarino.

Il tutto è stato ufficializzato dal gruppo di ricercatori del ocean Explorer con tanto di foto e video. l’oggetto è stato individuato a 87 metri di profondità e misura 60 metri di diametro.

Della scoperta si continua a parlare anche in questi giorni; dagli Usa infatti, rimbalza la notizia di una possibile spedizione nel Mar Baltico che dovrebbe essere organizzata nel prossimo maggio.

Link per vedere il video: http://www.blitzquotidiano.it/video/ufo-sottomarino-mar-baltico-1099560/

giovedì 26 gennaio 2012

Via a costruzione telescopio sottomarino

Si chiama Km3NeT, cattura i neutrini astrofisici


(ANSA) - ROMA, 25 GEN - Prende il via con un finanziamento di 20,8 milioni da parte dell'Italia, il telescopio destinato a rilevare dal fondo del Mediterraneo, a 3.500 metri di profondita', le particelle tra le piu' sfuggenti finora note: i neutrini che provengono dal centro della galassia. Il progetto si chiama Km3NeT ed e' fra le ricerche di punta individuate dalla Commissione Europea per la fisica del futuro. Il primo nucleo del telescopio europeo KM3NeT ''sara' un dimostratore tecnologico.

Il governo giapponese vuole sgombrare le mamme di Fukushima. Appello urgente di Avaaz

Avaaz ha chiesto di sottoscrivere un'azione urgente di 24 ore per impedire al governo giapponese di smobilitare le tende, installate 135 giorni fa dalle madri di Fukushima, in un angolo davanti al ministero dell'Industria e dell'Economia. Le mamme di Fukushima protestano contro l'innalzamento del limite "di sicurezza" radioattivo per i bambini residenti nella zona contaminata. Il ministro Yukio Edano ha dato l'ordine di rimuovere o distruggere le tende. La petizione spera di riuscire a fermare lo smantellamento

«E' vergognoso! - spiega Avaaz.org- The world in action - Il ministro dell'economia ha appena ordinato lo sgombero delle madri di Fukushima che capeggiano pacificamente fuori dal Meti (il ministero, ndr) per chiedere un futuro privo di radiazione per i loro figli. Abbiamo appena 24 ore prima che la polizia (oggi, ndr) si muova per abbattere le tende, sta a noi fermarli ora! Il ministro Edano si inchina al bullismo dalla potente industria nucleare - sono furiosi che gli sforzi duri le madri coraggiose 'stanno lavorando. La loro lotta ha catturato l'attenzione del pubblico e in tutto il paese la gente è parlare alla fine non sicuro dell'energia nucleare. Ma la loro lotta per la vita dei loro figli sarà schiacciata se ora tutti non sosterremo queste donne coraggiose e fermeremo il loro sgombero . Abbiamo un solo giorno! Inondiamo la casella di posta di Edano con migliaia di messaggi, ora. Chiedendogli di revocare il suo ordine di sgombero. E' tempo che i nostri politici mettano le persone e la sicurezza prima del profitto».

Avaaz invita ad inviare ad Adano un messaggio di solidarietà alle mamme di Fukushima e per chiedergli di «Porre fine alle tattiche sporche dell'industria nucleare».

Ecco il testo del messaggio da inviare ad Edano: «Come cittadini interessati, le chiediamo di ritirare l'ordine di sfrattare le madri di Fukushima ed altri che manifestano pacificamente al di fuori del Meti e di permettere loro di dar voce di speranza per un futuro sicuro e libero dal nucleare per tutti noi. Ogni cittadino dovrebbe avere la libertà di esprimere opinioni in uno spazio pubblico e la invitiamo a rispettare questo diritto, consentendo il diritto fondamentale di continuare questa protesta non violenta».

L'appello può essere sottoscritto all'indirizzo:

http://www.avaaz.org/en/stand_with_fukushima_mothers/?cl=1529580977&v=12199

Iran, droni e dischi volanti

Un ingegnere iraniano sostiene di aver catturato il Sentinel statunitense grazie all'uso di misteriosi "campi di forza". Ma gli UAV degli USA restano uno dei punti di forza dell'aviazione a stelle e strisce

Roma - Come si fa a catturare un drone volante appartenente alla maggiore potenza militare del globo terracqueo? La ricetta iraniana comprende tecnologie fantascientifiche come dischi volanti e campi di forza dalla natura ignota, anche se la storia non sembra avere molto credito fuori dai confini del paese in contrasto con praticamente tutto l'Occidente.

A sostenere la bizzarra ipotesi del disco volante è Mehran Tavakoli Keshe, ingegnere iraniano che avrebbe avuto il merito di gestire la cattura dell'oramai famigerato UAV USA RQ-170 Sentinel: l'ipotesi più accreditata parla di un attacco di GPS spoofing che avrebbe disorientato il sistema di guida del drone, ma ora Keshe prova a rimescolare le carte con un pizzico di fantascienza spacciando online una storia piuttosto inverosimile.

A essere però parecchio veritiero è l'uso, costante e implacabile, che gli USA fanno dei loro UAV armati e non. Nonostante il caso di un attacco con molte vittime civili risalente allo scorso novembre, gli Stati Uniti tornano a impiegare i micidiali droni senza pilota in Pakistan.

Un rapporto del Congresso stabilisce infine che un terzo dei veivoli da battaglia statunitensi è composto da droni e UAV, mentre la Electronic Frontier Foundation è costretta a trascinare la Federal Aviation Administration in tribunale per conoscere l'esatto numero di veivoli senza pilota per cui è stata concessa la licenza a sorvolare il territorio nordamericano.

Alfonso Maruccia

Fonte: http://punto-informatico.it

Esa: il razzo Vega pronto per il primo volo

Kourou, Guyana francese - Il controllo finale del nuovo lanciatore europeo è stato completato lo scorso venerdì

14822

(WAPA) - Il controllo finale del nuovo lanciatore europeo Vega è stato completato lo scorso venerdì, raggiungendo un altro traguardo verso il volo inaugurale dallo spazioposto a Kourou, Guiana francese.

La prima campagna di lancio è iniziata a novembre con l'installazione del primo stadio P80 dalla piattaforma di lancio. I due propellenti solidi (secondo e terzo stadio) sono stati aggiunti al veicolo, seguito dall'Avum (Attitude & Vernier Upper Module) con il liquido al quarto stadio.

Tutti e quattro gli stadi sono stati sottoposti all'accettazione finale, inclusi il test dell'avionica, la consulenza, la telemetria, la propulsione, ed i sistemi di sicurezza.

Queste azioni sono culminate il 13 gennaio con il "Synthesis control checks", dove tutti i sistemi sono stati messi in posizione di lancio per l'accettazione finale del veicolo; questa ha incluso la pressurizzazione dei sistemi propulsivi Avum che mettono in moto le valvole di spinta.

Gli elementi del razzo sono stati accesi per simulare il conto alla rovescia del lancio. Il software a bordo poi sostituito ha simulato le diverse fasi di un volo, tanto da testare le interfacce tra il veicolo ed il controllo.

La revisione della prova ha confermato che tutto ha funzionato come previsto e che il lanciatore è pronto per il volo.

I compositi più alti (fairing e carico utile) saranno integrati e seguiti da un controllo finale del lanciatore completamente assemblato e dal test del countdown.

Il primo lancio, VV01, è previsto per il 9 febbraio. Questo trasporterà in orbita nove satelliti: Lares ed Almasat-1 dell'Asi (Agenzia spaziale italiana) insieme a sette CubeSat di università europee.

Questa missione ha lo scopo di qualificare il sistema di lancio Vega, incluso il veicolo, la sua infrastruttura di lancio e le operazioni, dalla campagna di lancio alla separazione del carico del modulo superiore.

Vega è progettato per far fronte ad una vasta serie di missioni e di configurazioni di carico, allo scopo di soddisfare le differenti opportunità di mercato e fornire maggiore flessibilità.

In particolare, offfre configurazioni in grado di gestire carichi che spaziano da un singolo satellite fino ad uno principale più sei microsatelliti.

Vega è compatibile con arichi dai 300 ai 2500 kg, dipendenti dal tipo e dalla quota dell'orbita richieste dai clienti. Il caposaldo è per 1500 kg in una orbita polare di 700 km di quota. (Avionews)
(006)

120119171008-1137050
(World Aeronautical Press Agency - 19-Gen-2012 17:10)

Nasa pubblica nuova foto della Terra: la migliore e quella a più alta risoluzione di sempre

La prima foto panoramica del pianeta "Blue Marble" risale al 1972


Domenico Zappia

America24, 25 gennaio 2012, 17:36

Nasa una nuova versione di “Blue Marble” (biglia blu), ovvero una nuova immagine della Terra. Secondo l’agenzia aerospaziale americana, si tratta della “più sorprendente immagine e quella a più alta risoluzione della Terra di sempre”. Per Nasa, Blue Marble 2012 è migliore dello scatto del 2010, ed è superiore alla prima Blue Marble, scattata il 7 dicembre 1972 dall’equipaggio dell’Apollo 17.

La foto originale – quella settata come background di default negli iPhone – aveva una risoluzione 2.048 x 2.048 ed era stata composta unendo più immagini. La versione 2010 era stata creata utilizzando dati dal satellite della Nasa, Terra.

(Sopra, Blue Marble 1972)

Blue Marble 2012 ha utilizzato dati provenienti dal più recente satellite della Nasa: Suomi NPP. È composta dai dati raccolti dal satellite lo scorso 4 gennaio utilizzando la tecnologia Visible Infrared Imager Radiometer Suite (VIIRS).

La foto può essere visualizzata con una risoluzione 8.000 x 8.000 ma è preferibile scaricarla con una risoluzione 1.024 x 1.024.

Fonte: http://america24.com

Gli scienziati avvistano gli UFO?

L'avvistamento Ufo avvenuto in Antartide nel 1965

Scritto da Staff Videomisteri



Nelle pubbliche dichiarazioni ufficiali , l'Argentina e il Cile hanno saldamente dichiarato l'esistenza di immagini a colori degli UFO riprese dalle loro stazioni scientifiche antartiche. A conferma di questa strana storia ,il Segretario di allora della Marina Militare Argentina ha dichiarato questi dettagli:

Il 3 luglio 1965, una gigantesca lente a forma di disco volante è stato visto, rintracciato e fotografato dalla base scientifica Argentina, Deception Island, in Antartide. Lt. Daniel Perisse, CO, ha confermato via radio che il grande UFO alternativamente aleggiava, poi accelerva e manovrava a velocità incredibile. Mentre veniva monitorato
e osservato con il binocolo scientifico teodolite , l'oggetto sconosciuto ha causato forti interferenze con variometri utilizzati per misurare il campo magnetico terrestre, e anche registrati su nastri magnetografici. Foto a colori sono state scattate con un teodolite da un membro di un gruppo in visita dalla base scientifica cilena.

Confermando questi punti, il ministro della Difesa cileno a Santiago ha aggiunto nuove informazioni via radio da Cdr. Mario Janh Barrera, C.O. della base cilena: Il 18 giugno, un analogo UFO aveva manovrato tutta l'area, vista da tutto il personale. Durante l'avvistamento 3 luglio, lo strano oggetto aveva causato forti interferenze radio, bloccando temporaneamente i suoi tentativi di segnalare l'UFO alle basi inglesi e Argentine ".

Fonte: http://videomisteri.altervista.org



The strange Phoenix Lights



PHOTO OF THE DAY:
The strange
Phoenix Lights

January 26, 2012




Phoenix Lights taken by Dr. Lynne Kieteil. CLICK TO ENLARGE


Blowup of the Phoenix Lights taken by Dr. Lynne Kietei, CLICK TO ENLARGE

The year is 1997 and people in Phoenix, Arizona are seeing strange lights in the night sky. They eventually came to be called the “Phoenix Lights.”

Some folks thought the lights were space ships from other planets piloted by strange beings named Hal or Eugene or Rufus. Oddly, no one ever thinks these things have inter-dimensional qualities; it’s always the UFO/outer space thing.

But the fact is quantum mechanics tells us that space-time has numerous dimensions beyond the three that humans have an awareness of so if we’re being “visited” by anyone, the odds are much greater that the visitor is from another dimension rather than some stinky planet 18 billion light years away called Oompa L-7S35.

But we digress.

Anyhoo, here is a cool picture of the Phoenix Lights taken by Dr. Lynne Kieteil, who also wrote a book about them. Check out the extreme blowup on the photo.



Have a favorite photo you’d like to submit for Photo of The Day? Send that bad boy to: editorial@skyvalleychronicle.com. You’ll become famous overnight. Probably get your own reality TV show.

But don’t send no more pictures of yer sister naked. We already have plenty of those.

If you have a comment on a story you’d like to share with other Sky Valley Chronicle readers or a news tip, news release, letter to the editor or Op-Ed piece to submit? Or perhaps you'd just like to abuse us with some vulgar words. Here are the contact points:

To send comments on stories, Op-Ed submissions or letters to editor: editorial@skyvalleychronicle.com
To send SVC news tips or photos: newstip@skyvalleychronicle.com
For News Releases: newsrelease@skyvalleychronicle.com
For fast breaking news tips: 425-791-1471

UFO : Ancora un avvistamento in un areoporto


Mexicali - Avvistato UFO nei pressi dell'areoporto della cittadina messicana. Numerosi i testimoni e le telefonate alle forze dell'ordine che hanno inviato un indagine. Questo avvistamento si aggiunge a quello del Marzo 2011 avvenuto a Oslo, e a quelli avvenuti in Cina. Per saperne di più potete visitare questo sito: http://analuisacid.com/?p=11167#more-11167

Bibyana Bryson e le foto della sonda sovietica

VENERA 13 - FORMAS DE VIDA EN VENUS DEBUNKED

Un respetado científico Ruso declara haber encontrado señales de vida en Venus

en fotografías tomadas por una sonda sovietica hace 30 años

Leonid Ksanfomaliti

De acuerdo al servicio de noticias rusas RIA NOVOSTI, Leonid Ksanfomaliti, un miembro de la Academia de Ciencias Rusa, quien trabajó sobre una misión a Venus entre 1970 y 1980, escribió un nuevo artículo en " journal Solar System Research ".

En el artículo informa de varios objetos fotografiados por la sonda VENERA 13,

una sonda que se posó en VENUS en 1982.

El objeto

parece cambiar de posición de una foto a la siguiente.

Ésto sugiere que puede ser una forma de vida,

dice Ksanfomaliti según RIA NOVOSTI.

En la imagen se observa la sonda VENERA 13 estacionada con un fondo rocoso y

un objeto semicircular a centímetros de la sonda.

En ésta otra imagen tambien tomada por la sonda VENERA 13,

ese objeto parece estar en otro sitio y en otra posición.

Pero el hipotético ser es en realidad una cubierta protectora

de un componente de la sonda Rusa VENERA 13.

Idénticos objetos fueron fotografiados por la sonda VENERA 14

Si esos objetos o formas de vida estaban o son de la superficie de VENUS,

¿ que posibilidades hay que puedan estar a centimetros de las sondas VENERA 13 Y VENERA 14 distanciadas una de otra por unos 1000 kilometros ?


Tiene mucho mas sentido de que sean partes de la sonda que protegian el instrumental científico de la misma y que fueron removidos para que puedan realizar las tareas programadas.


Los objetos semi circulares en definitiva son protectores de lentes que saltaron una vez que la SONDA toco el suelo de VENUS.

¿ Y porque el objeto parece estar en dos lugares diferentes ?



En realidad VENERA 13 tiene dos camaras una frontal y otra trasera.
La primera foto muestra la tapa protectora y cámara frontal y la otra foto muestra la cubierta protectora y cámara trasera.
Por lo tanto no es un objeto que se movió, sino son dos objetos que están cada uno enfrente de su respectiva cámara de donde se eyectaron.

AQUÍ SE OBSERVA LA CÁMARA UNO

AQUÍ SE OBSERVA LA CÁMARA DOS

POR ÚLTIMO UNA VISTA 360 GRADOS DONDE SE VEN LAS DOS CÁMARAS Y LOS

PROTECTORES DE LAS CÁMARAS EN EL SUELO DE VENUS

COMPARATIVA OBJETO EN VENUS Y CUBIERTA PROTECTORA DE LA CÁMARA

PODEMOS OBSERVAR CLARAMENTE LO QUE ES EL OBJETO

ES LA CUBIERTA PROTECTORA DE LA CÁMARA

FOTOGRAFÍA DEL PSEUDOESCORPIÓN

La otra fotografía que supuestamente muestra un escorpión según Ksanfomaliti , es un blur o un ruido del proceso de la imagen en el mejor de los casos y no están en la data original según TED STRYK un reconocido editor fotográfico quien trabajó con muchas imagenes de los programas espaciales de NASA y SOVIÉTICOS.

¿ PORQUÉ SE PRODUCE EL RUIDO Y COMO LO IDENTIFICAN ?

Las señales se envian a la tierra con dos tipos de modulaciones diferentes. Dichas señales producen diferentes tipos de ruido.Como muestra la gráfica, comparando dos fotos enviadas si las mismas hubiesen sido idénticas aparecería en la gráfica una linea uniforme de 45 grados.

PERO LAS DESVIACIONES HACIA LA IZQUIERDA Y DERECHA DE LA LINEA,

SON EL RUIDO DE LAS MISMAS.

LEER EXPLICATIVO COMPLETO AQUÍ :

http://planetary.org/blog/article/00003338/

Para concluir podemos decir que confundir tapas protectoras de cámaras con objetos vivientes por no haber analizado el instrumental de la sonda es un error grave y lo dejan mal parado para tomar en serio el presunto pseudo escorpión, que como dice el experto fotográfico no está en la data original .

Bibiana Bryson
RED RADIO ARGENTINA

Fonte: http://www.freewebs.com


martedì 24 gennaio 2012

UFO Lights Spotted Near Los Angeles

Friday the 13th ended up being a very lucky day for a California man who videoed several UFOs flying near Los Angeles. The video, allegedly shot by a freelance photographer going by the name Nerdumb, shows several bright lights in the sky over Hermosa Beach that disappear as a helicopter crosses below them. It was posted to YouTube and is making the rounds in UFO circles.

Many people noted that the lights look very much like planes taking off from Los Angeles International Airport, a few miles north of Hermosa Beach. Could they simply be aircraft? Probably not, because the lights seem to be stationary, and there's no reason commercial airplanes would suddenly switch off their lights in that pattern.

Tracey Parece, a writer for Examiner.com, wrote, "The video shows six bright lights suspended across the sky at sunset in an almost perfect straight line. The unidentified flying objects were so bright that they are very easy to spot in the video... A close-up of one of the objects shows a UFO that emanated red rays of light from its body." Parece concluded that Nerdumb's video "looks very convincing."

Link per vedere il video: http://www.livescience.com/18087-ufo-lights-hermosa-beach-california.html

While some seem convinced the video may represent the best evidence of UFOs in 2012, others smell a hoax. For someone who claims to be a professional photographer the videos are very poorly shot and composed. Nerdumb holds the camera unsteadily, and amateurishly zooms in and out. The camera movements are very suspicious, especially the way he pans left to right as the UFO lights go out one by one, also from left to right. Instead of holding the frame steady to see if the lights reappear, he just keeps panning right for no particular reason — almost like he knows exactly what's going to happen. [NASA Debunks UFO Near Venus]

Another red flag is that the anonymous photographer is a "repeater" — someone who has made multiple UFO reports. In fact, his YouTube channel has several other similar videos featuring a series of approximately equidistant lights in the sky that appear and flicker out in more or less the same sequence as the newest video. The credibility of witnesses is suspect when they claim to see Bigfoot or UFOs over and over again, while most people never see them at all.

This brings us to another curiosity: Why is Nerdumbapparently the only person seeing and videotaping these mysterious lights in the sky? For such a high-profile event in such a populated area, it's suspicious that there seem to be no reports or videos taken by anyone else of these UFOs. How does Nerdumbknow where in the sky to look, and when to see the extraterrestrial craft? He claims it's not luck — the aliens communicate with him in his dreams, telling him where to go. If his videos are real, Nerdumb would gain a lot of credibility by publicizing his alien meet-up information so that the public and other UFO researchers could be at the right place and time to see and record it for themselves.

Derek Serra, a Hollywood visual effects artist who analyzed previous UFO videos (including the infamous "Jerusalem UFO" hoax last year), told Life's Little Mysteries that the video was probably faked. "The video looks similar to a photograph, with the lights and helicopter added later as separate elements," Serra said. "The camera controls and hand-held feel would be added later to make it appear as recorded video. The software to do this is readily available, and it doesn't take an expert. The video has many qualities typical of amateur visual effects artists... it lacks finesse. That finesse may not be obvious to the average viewer, but sticks out like a sore thumb to experienced artists."

Short of a confession from Nerdumb, it's impossible to know for certain whether this video is a hoax, but red flags abound. Maybe it's an ingenious double-deception, and aliens really are here but cleverly disguising their spacecraft to look exactly like faked video images.

This story was provided by Life's Little Mysteries, a sister site to LiveScience. Follow Life's Little Mysteries on Twitter @llmysteries, then join us on Facebook.

Benjamin Radford is deputy editor of Skeptical Inquirer science magazine and author of Scientific Paranormal Investigation: How to Solve Unexplained Mysteries. His Web site is www.BenjaminRadford.com.

Source: http://www.livescience.com

SCIENZIATO RUSSO AFFERMA: 'ESSERI VIVENTI SU VENERE

Mosca - Diversi oggetti simili ad esseri viventi sono stati rilevati su fotografie scattate da una sonda d''atterraggio russa nel 1982 durante una missione su Venere, riporta un articolo pubblicato sul magazine Solar System Research. Leonid Ksanfomality dello Space Research Institute della Russia''s Academy of Sciences ha pubblicato una ricerca sulle analisi delle fotografie della missione su Venere scattate dalla sonda d''atterraggio sovietica 'Venera-13' nel 1982.

Le fotografie mostrano diversi oggetti con precise caratteristiche che Ksanfomality ha affermato sembrano un 'disco', un 'lembo nero' e uno 'scorpione'.



Foto, uno degli 'oggetti in movimento che ha le proprietà degli esseri viventi' fotografati dalla sonda russa Venera-13, nel 1982. In queste fotografie si vedono cose strane, che si muovono sulla superficie di Venere e che cambiano la loro forma, come ad esempio un 'oggetto nero' che appare nel primo scatto della sonda 'Venera-13' effettuato per misurare le proprietà meccaniche del terreno, che poi scompare, e lo 'Scorpione', che ricorda i grandi aracnidi terrestri (vedi la foto sopra). Secondo Leonid Ksanfomality, la superficie di Venere è abitata da molte di tali creature, ma la maggior parte scappa dalla zona di atterraggio delle sonde robotiche sovietiche, dal momento che fanno un gran rumore quando atterrano, quando fanno esplodere il paracadute di atterraggio per la discesa della sonda. Lo scienziato dice che simili oggetti in movimento sono stati trovati in altre foto scattate sulla superficie di Venere, e oggi vi è una ulteriore analisi di queste foto, perché 30 anni fa non c''erano mezzi di riconoscimento delle immagini e della fotografia che abbiamo oggi. fonte
Tutti loro 'emergono,fluttuano e scompaiono', ha detto lo scienziato, riferendosi al loro cambio di posizione in numerose fotografie e tracce sul terreno.

'E se ci dimenticassimo delle attuali teorie sulla non esistenza della vita su Venere, coraggiosamente possiamo suggerire che le caratteristiche morfologiche di questi oggetti ci portano a dire che sono degli esseri viventi', afferma la rivista Solar System Research che ha riportato le dichiarazioni di Ksanfomality.

Fonte: http://www.zazoom.it

E ancora.....

Scienziato russo annuncia: “Trovata vita su Venere”.Bufala o scoperta sconvolgente?

Secondo lo scienziato russo Leonid Ksanfomaliti, la foto di una sonda sovietica scattata su Venere nel 1982 mostrerebbe una forma di vita simile a uno scorpione. In molti hanno già urlato alla “bufala”.

- D.C.- 24 gennaio 2012- Una notizia sconvolgente è circolata oggi proveniente dalla Russia, dove lo scienziato Leonid Ksanfomaliti ha mostrato una foto presa da una sonda sovietica su Venere nel 1982 che mostrerebbe una presunta forma di vita aliena. Sembra una notizia di fantascienza ma le foto esistono e se la loro veridicità dovesse essere confermata finalmente l’umanità sarebbe venuta in possesso di una prova che mostrerebbe l’esistenza di altre forma di vita nell’universo.

Aveva sollevato la questione un articolo pubblicato nella rivista Russian Solar System Research dove veniva spiegato che una sonda sovietica avrebbe appunto catturato immagini di possibili forme di vita su Venere. L’articolo è stato preparato da Leonid Ksanfomaliti in persona, scienziato dell’Istituto di Ricerca Russo, che ha tracciato un’analisi dettagliata di un video di 126 minuti filmato dalla sonda su Venere.

“Senza tornare alla convinzione presente per cui la vita sarebbe impossibile su Venere a queste condizioni, possiamo tranquillamente fare un respiro profondo e sostenere che le caratteristiche morfologiche delle immagini ci inducono a credere che certi oggetti ripresi sulla superficie del pianeta avrebbero qualità di esseri viventi”, ha commentato il ricercatore ai microfoni di Russia Today.

Nell’articolo sarebbero stati menzionati tre distinti oggetti, uno a forma di disco, una macchia indefinita nera e qualcosa di somigliante a uno scorpione. Il ricercatore Ksanfomaliti ha sostenuto che l’oggetto, che misurerebbe tra 0,1 e 0,5 metri, sarebbe in costante movimento rendendo difficile spiegare il tutto solo come semplici problemi tecnici. In particolare avrebbe destato stupore che le immagini dello scorpione sarebbero state registrate per 26 minuti prima di scomparire nel nulla. Lo scienziato aveva solo una vaga idea del video ma aveva deciso di rimanere in silenzio non divulgando le foto fino a oggi, quando basandosi su una nuova ondata di ricerche dedicate allo studio di potenziali forme di vita aliene fuori dal nostro sistema solare, ha deciso di riprenderle in mano. Lo scienziato avrebbe anche promesso di pubblicare ulteriori risultati delle sue ricerche nei prossimi articoli.

Ovviamente il mondo scientifico non ha prestato credito alla scoperta dello scienziato, soprattutto perchè le forme di vita fin qui conosciute sarebbero in grado di sopravvivere a una temperatura massima di 150 gradi mentre per loro sarebbe impossibile rimanere in vita a una temperatura, come quella su Venere, superiore ai 500 gradi.

Una delle voci critiche è quella di Jonathan Hill, scienziato del centro di controllo della missione marziana Nasa presso l’Università dell’Arizona. Secondo Hill le immagini a maggiore risoluzione mostrerebbero che l’oggetto in questione sarebbe in realtà un componente meccanico e non una creatura vivente. Secondo la Nasa quindi sarebbero solo pezzi della sonda stessa. Bufala o no, coloro che hanno sempre sognato un incontro ravvicinato con gli et possono iniziare a sognare.

Fonte: http://www.articolotre.com

Commento di Oliviero Mannucci: La notizia è a dir poco sconvolgente, ma la cautela in questi casi, come dico sempre, è d'obbligo. Io stavo aspettando l'ufficializazione della presenza di vita su Marte da parte della NASA ( vi sono licheni e microrganismi) e invece arriva questa notizia. Se non un a bufala lo capiremo nei prossimi giorni, nel frattempo mi domando: che non sia una prova generale concertata dalle due super potenze per vedere la reazione della gente alla prossima ufficializzazione della presenza di vita su Marte?

Tempesta solare domani 25 gennaio 2012: rischi in Italia e cosa potrebbe succedere

La tempesta solare iniziata ieri raggiungerà il suo picco nella giornata di domani. Non sono stati registrati danni alle infrastrutture di comunicazione.