Statistiche

martedì 16 novembre 2010

Scoperto il più giovane buco nero mai osservato, formatosi 30 anni fa a 50 milioni di anni luce dalla Terra

Il più giovane buco nero - fonte NASA

Il più giovane buco nero - fonte NASA

Astronomi americani, usando il telescopio spaziale Chandra a raggi X, ha trovato le tracce del più giovane buco nero mai osservato nel nostro “quartiere” intergalattico. Il buco nero ha solo 30 anni e dà una grande opportunità di comprendere questi oggetti stellari nella loro infanzia.

Il buco nero aiuterà gli scienziati a capire meglio quanto grosse devono essere le stelle per lasciare dopo il loro collasso un buco nero o una stella di neutroni. Inoltre, permetterà di fare una stima migliore di quanti buchi neri sono presenti nella nostra galassia e nelle altre galassie ossevabili.

In questo video della NASA su http://gaianews.it la ricostruzione della formazione del buco nero.


L’oggetto, dell’età stimata di 30 anni, è il frutto della supernova SN 1979C, nella galassia M100 a circa 50 milioni di anni luce dalla Terra. I dati in arrivo da Chandra, dal satellite dell’ESA XMM-Newton e dall’osservatorio tedesco ROSAThanno rivelato una luminosa sorgente di raggi X che è rimasta tale dal 1995 al 2007. Questo suggerisce che l’oggetto è un buco nero che sta risucchiando il materiale residuo dell’esplosione della supernova e magari parte del materiale di una sua stella compagna.

“Se la nostra interpretazione è corretta, questo è il più vicino esempio della nascita di un buco nero mai osservata,” ha detto Daniel Patnaude del Centro Harvard-Smithsonian per l’astrofisica di Cambridge, USA che ha condotto la ricerca.

Gli scienziati persano che SN 1979C, scoperto per la prima volta da un astrofilo, si sia formato quando una stella 20 volte più grande del Sole è collassata. Molti nuovi buchi neri nell’universo sono stati scoperti con lo stesso metodo dei cosiddetti X-ray Burst, emissioni violente di raggi Xrilevabili dalla Terra a decine o centinaia di milioni di anni luce di distanza.

Giusto una precisazione, il buco nero che stiamo osservando non si è formato 30 anni fa, ma “50 milioni di anni fa + 30 anni”. Infatti, le radiazioni percorrono un dato spazio un dato tempo (la velocità della luce). Quando i raggi X emessi nella formazione di questo buco nero distante 50 milioni di anni luce arrivano nei pressi della Terra, hanno impiegato, appunto, 50 milioni di anni. Quindi il buco nero non è nato nel 1980, bensì 15 milioni di anni dopo l’estinzione dei dinosauri. L’interesse scientifico sta nel fatto di vedere cosa accade ad un buco nero alle primissime fasi di vita.

Ultimo aggiornamento: 16 novembre

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.