giovedì 19 aprile 2018

La prima impronta su Marte potrebbe essere di una donna

Lo ha detto Allison McIntyre, della Nasa

 

Potrebbe essere 'rosa' la conquista di Marte (fonte: NASA/Paul DiMare) © Ansa

 Potrebbe essere 'rosa' la conquista di Marte: la prima persona a camminare sul pianeta rosso dovrebbe essere una donna, dal momento che finora tutti gli astronauti che hanno esplorato la Luna sono stati uomini. Lo ha detto Allison McIntyre, ingegnere della Nasa che lavora al centro di addestramento degli astronauti americani presso il Johnson Space Center a Houston, in una intervista alla radio della Bbc.

Allison McIntyre lavora da 30 anni con l'agenzia spaziale americana e ha visto enormi cambiamenti in questo periodo: "Il mio direttore è una donna, il mio ex capo divisione è una donna, abbiamo donne astronauta, ma non abbiamo ancora nessuna che abbia messo piede sulla Luna, per questo penso che la prima persona su Marte dovrebbe essere una donna".

Oltre a McIntyre, la Bbc ha intervistato anche altre donne che lavorano alla Nasa e che sono in prima linea nella corsa allo spazio del 21/o secolo. Fra queste anche l'astronauta Karen Nyberg  che ha trascorso più di sei mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. "Quando sono stata selezionata come astronauta, nel 2000 - ha detto - ho pensato che potesse essere una possibilità realistica per una donna andare sulla Luna, quindi è un peccato che ancora non sia successo". Tuttavia l'astronauta è convinta che prima o poi succederà, anche perché il presidente Donald Trump ha annunciato di voler riportare gli astronauti americani sul nostro satellite naturale. Per quanto riguarda Marte, invece, Nyberg ha detto alla Bbc che lei in ogni caso non ci andrebbe perché ha un figlio di 8 anni.

Fra le altre 'donne spaziali' incontrate dalla Bbc vi è anche Kavya Manyapu, ingegnere che sogna di diventare astronauta e che sta collaborando allo sviluppo del veicolo spaziale Starliner, destinato a trasportare gli astronauti sulla Stazione Spaziale, che la Boeing sta costruendo per la Nasa. Per Manyapu "se fosse una donna a fare i primi passi su Marte sarebbe fantastico e stimolante" e non le dispiacerebbe proporsi "volontaria" per questa 'passeggiata'.

 

Fonte 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.