sabato 14 maggio 2011

Area 51, UFO e vita aliena, cade la censura e arriva la notizia bomba del secolo

di Roberto Mattei

Tutto quello che ci hanno sempre nascosto sarà svelato prossimamente dalla troupe televisiva di Peter Yost che ha avuto accesso alla base segreta americana e promette si svelarci cose incredibili. Ufo? Alieni? Entro la primavera la risposta.
Volete una notizia bomba da far accapponare la pelle? Bene, sedetevi e tenetevi forte:

per la prima volta nella storia, un'equipe televisiva è riuscita ad avere tutte le autorizzazioni necessarie per accedere all'interno di tutti gli uffici, laboratori e dipartimenti ubicati all'interno della base aerea Nellis (Nellis Air Force Base) meglio nota come Area 51. Si tratta di una vasta zona militare super-segreta controllata dalle forze armate statunitensi, che si estende per circa 26 mila km2 all'interno del territorio desertico di Groom Lake, detto anche Dreamland (la terra del sogno), nel sud dello Stato del Nevada. La base ha livelli di sicurezza da film di fantascienza, con sensori di movimento, telecamere, controlli satellitari, uomini armati, missili superficie-aria, disseminati un po ovunque lungo il suo perimetro, per impedire l'accesso del personale estraneo e il sorvolo dello spazio aereo da parte di aeromobili non autorizzati. Proprio per questi standard così rigidi, la base aerea Nellis non compare sulle cartine geografiche. Ma cosa accade all'interno dell'area 51 da richiedere una così grande discrezione, inducendo, in passato, il governo americano a sconfessarne addirittura l'esistenza?

Ufficiosamente, il sito è adibito alla progettazione, sviluppo e sperimentazione di nuove apparecchiature, per lo più velivoli tecnologicamente avanzati, come aerei spia e moduli lunari. Qui è stato concepito, ad esempio, il famigerato bombardiere supersonico Stealth-B2, l'aeroplano realizzato con materiali compositi a base polimerica unitamente a rivestimenti superficiali radar-assorbenti, che lo rendono impercettibile o difficilmente individuabile da molti strumenti di localizzazione, inclusa la vista.

La notizia ancora più riservata, da sempre sulla bocca dei curiosi, è che la base venga impiegata per concepire velivoli non convenzionali, funzionanti con generatori ad antimateria asportati da alcune navicelle extraterrestri catturate in seguito a crash, che permetterebbero di attraversare le barriere spazio-temporali a velocità uguali o superiori a quelle della luce! Robert Scott Lazar, un fisico americano che ebbe modo di lavorare all'interno del sito, affermò di aver visto all'interno dei dischi volanti con caratteristiche sorprendenti: cabine di pilotaggio molto piccole che avrebbero potuto ospitare a malapena un bambino e in nessun caso un uomo adulto, velivoli costruiti con materiali sconosciuti sulla Terra e privi di punti di saldatura, come se l'intero chassis fosse stato fuso all'interno di uno stampo. A ciò si aggiungono le testimonianze di alcuni ex dipendenti, che affermerebbero di aver lavorato a contatto con esseri alieni per lo sviluppo di queste nuove tecnologie e i numerosi avvistamenti giornalieri che i turisti e le equipe televisive di tutto il mondo, hanno immortalato in questi anni con le loro videoriprese e foto.

La troupe televisiva che ha avuto accesso all'area 51, filmando i meandri più nascosti della base come mai nessuno aveva fatto prima, è quella del produttore Peter Yost, collaboratore da sempre delle più grandi redazioni televisive del mondo, tra cui NBC News, Discovery-Times e molti altre. L'uomo ha realizzato per la National Geographic Television un documentario - “Area 51 declassified”- destinato a diventare il numero uno nel panorama mondiale degli speciali d'inchiesta, nel quale vengono mostrati documenti declassificati, filmati, fotografie, interviste a ex dipendenti e tante altre cose sottratte per una vita ai nostri occhi e che lo stesso Yost assicura di rilevanza notevole. Infatti, durante la conferenza stampa, tenutasi nel corso della TCA (Television Critics Association) a Los Angeles, l'uomo ha dichiarato: «il programma televisivo pubblicherà foto e filmati esclusivi all'interno della struttura militare, con interviste a ex dipendenti della stessa Area. Alcune delle cose che ci sono state nascoste sono abbastanza notevoli» - ed ha po aggiunto - «Ormai è fatta! Siamo in possesso di migliaia di documenti e filmati unici. E' tutto vero, è tangibile e verificabile. Ed abbiamo alcune sorprese! E' davvero eccezionale essere riusciti ad ottenere dalla base militare ultra-segreta l'accesso a dei documenti militari declassificati».

Non resta allora che aspettare per vedere questo capolavoro sui nostri teleschermi e finalmente conoscere la verità su UFO e alieni.

Fonte: http://www.2duerighe.com

Commento di Oliviero Mannucci: Gli USA proseguono il loro piano di rilascio delle notizie sugli UFO. Visto che l'esperimento sociologico con il materiale del FBI rilasciato qualche settimana fa è andato bene e non ha prodotto grossi contraccolpi al governo USA, come vi avevo detto, ora inizierà il rilascio di informazioni e immagini assai più importanti, tutto naturalmente con il gontagocce, in modo da diluire gli eventuali effetti negativi di una politica negazionista del fenomeno perseguita per oltre 60 anni. Dopo l'ufficilializzazione dei due UFO Crash del 1947 e del 1949 ora gli USA si vogliono togliere un grande peso dalle spalle, quello delle attività segrete svolte nell'AREA 51, ma tutto verrà fatto con molta, molta cautela. Al rilascio di ognuna di queste notizie controllano subito gli effetti che queste informazioni hanno avuto sulla gente, se gli effetti positivi( la quasi indifferenza) superano quelli negativi (elevata attenzione), il rilascio continuerà inesorabilmente, nel momento in cui quelli negativi supereranno quelli positivi ecco che tutto si fermerà in attesa di condizioni sociali migliori, questa la tecnica usata. L'indifferenza della gente è il loro massimo obiettivo. Capito che paraculi!

18 commenti:

  1. Anche se sono entrati negli uffici con il permesso dalla sovraintendenza, non dobbiamo credere veramente che quello che hanno scoperto sia vero ma è una semplice simulazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro lettore, di che simulazione si sta parlando? C'è un enorme numero di testimonianze di persone che hanno lavorato all'interno di quella base che hanno riferito di sapere per certo che lì si facevano studi di retringegneria su velivoli provenienti da altri mondi, e c'è anche chi ha rischiato la vita per dire queste cose. Le consiglio la lettura del libro del colonnello Philip Corso intitolato "Il giorno dopo Roswell", dove questo colonnello che lavorava al Pentagono, testimonia che tipo di ricerche conducevano gli USA sulla tecnologia straniera, compresa quella EXTRATERRESTRE".
      Si renderà conto da solo, dopo la lettura di questo libro di quanto lei sia in errore. Io conosco personalmente persone che hanno lavorato in quell'ambito che a denti stretti mi hanno raccontato cose molto interessanti a tal proposito.

      Cieli sereni
      Oliviero Mannucci

      Elimina
  2. personalmente credo come te Oliviero ad alcune delle testimonianze relative all'area 51 fatte da alcuni ex dipendenti delle forze armate statunitensi. Ma non credo che apriranno le porte di un veicolo spaziale ad una troupe televisiva... credo invece che cercheranno, dopo aver spostato tutto in luoghi più nascosti (cosa che a questo punto potrebbero aver già fatto), di smontare tutte le dichiarazioni rilasciate in questi anni dai testimoni più credibili. una cosa del tipo: "avete visto? per anni avete pensato che qui dentro ci fosse chissà cosa e invece abbiamo solo qualche prototipo di aereo top secret" e fine della trasmissione col conduttore che bravo bravo si accaparra a fine puntata il titolo de "il reporter che ha fatto luce sull'area 51 definitivamente".. io la vedo così... poi stiamo a vedere, spero di sbagliarmi! XD

    RispondiElimina
  3. Caro lettore, grazie per il suo intervento. Potrebbe essere come dice lei,ma potrebbe anche essere tutto il suo contrario e le spiego il perchè. Negli ultimi anni diversi stati del mondo hanno aperto i loro archivi segreti dove si tratta anche di avvistamenti UFO, ed è veramente molto chiaro che il fenomeno ha una grossa componente extraterrestre. Gli USA si trovano in questo momento in una posizione molto scomoda. Da una parte hanno per decenni negato il fenomeno, bollandolo come una sorta di allucinazione collettiva, palloni sonda, etc.dall'altra, nei momenti topici si sono smentiti da soli. In occasione dell'avvistamento del 1954, nel quale furono inviati intercettori dell'USAF armati di tutto punto contro una formazione di UFO che stazionava sopra la Casa Bianca dove in quel momento c'erano diversi esponenti del governo americano. Se erano palloni sonda, come raccontavano alla gente, perchè preoccuparsi ed inviare tali aerei armati sino ai denti? L'altra grande contraddizione è che nel manuale dei pompieri statunitensi c'è un lungo capitolo che tratta di come comportarsi in caso di UFO, intesi come navi alieni. Perchè mai scrivere un capitolo del genere se il fenomeno non esiste? Tornando al discorso di prima, gli USA se da una parte hanno sempre negato il fenomeno, adesso si sono resi conto, grazie al grande numero di avvistamenti che continuano ad esserci in tutto il mondo, che il fenomeno gli è scappato di mano. Non lo possono più negare, e temono che se non diranno in qualche modo la verità, quando inevitabilmente si verrà a sapere, ci possa essere una enorme caduta della loro credibilità sia nei cittadini americani e sia di fronte al mondo. Quindi, c'è il desiderio di rivelare, ma non possono farlo in maniera eclatante e completo, si devono limitare a rilasciare poco a poco le informazioni di cui sono in possesso, in maniera quasi subliminale, in modo da non turbare nessuno, e soprattutto non avere problemi con i loro cittadini e gli altri abitanti del mondo. Quindi potrebbe essere che nel documentario in questione si dicano delle cose, non delle verità, ma magari delle mezze verità, in modo da predisporre la gente allo step successivo, la grande rivelazione che tutti aspettiamo.

    Cieli sereni

    RispondiElimina
  4. cari ragazzi nell area 51 facevano esperimenti di vivisezione e altro genere tenuti nascosti da queste capre americane ho letto molto e ne so qualcosa anche perche' mi avevano offerto una borsa di studio rifiutata ..quindi preferisco essere italiano ..che sentire voci americane..

    RispondiElimina
  5. Caro lettore, grazie della sua testimonianza, ma mi creda, nel sottosuolo di quella "facility"succedeva questo e moltissimo altro. La tecnologia sviluppata la sotto è quasi un secolo avanti. Ma per il momento non posso dire molto di più.Tanto non sarei creduto.

    Oliviero Mannucci

    RispondiElimina
  6. Oliviero sono molto interessato sull'argomento e la prego di dirci tutto su quello che sa. La saremo molto grata.

    grazie

    RispondiElimina
  7. A tempo debito lo farò, nel frattempo continua la mia raccolta di notizie, un lavoro molto, molto delicato.

    Clear skies

    Oliviero Mannucci

    RispondiElimina
  8. ma neanche privatamente lo dici ?

    RispondiElimina
  9. Caro lettore o lettrice, io capisco la sua curiosità sull'argomento, ma si deve rendere conto che le persone che mi stanno di tanto in tanto fornendo delle notizie lo stanno facendo a rischio della loro e della mia vita . Quindi la esorto a non insistere più di tanto. Quando I TEMPI SARANNO MATURI le pubblicherò come ho già fatto con altro materiale.

    Clear skies

    Oliviero Mannucci

    RispondiElimina
  10. le priorità degli italiani sono sottostare alla mercé dei politici inetti che ci governano e sognare di volare accanto alla farfallina di belen.. e gli americani intanto collaborano con alieni e progrediscono nella tecnologia xD

    RispondiElimina
  11. scusate il mio e dico mio punto di vista..io credo piu'ad un'entita aliena che milioni di anni fa ,giunta su questo pianeta ancora primordiale ed informe sia giunta qui ed abbia in qualche modo dato inizio alla nostra creazione piuttosto che......e non vado oltre per non urtare la coscienza di chi crede...e ancora oggi ci osserva...E'da ingenui pensare che nello spazio infinito,ci siamo solo noi....film? pura fantasia di un sognatore? chi puo'dirlo..un saluto.

    RispondiElimina
  12. Caro lettore, grazie del suo intervento. Il fatto che lo sviluppo della vita intelligente sulla Terra, possa essere stata aiutata in qualche modo da esseri extraterrestri, non è affatto in contrasto con chi crede o ha realizzato che tutto sia stato originato dalla Persona Suprema, in quanto anche gli Et da qualcuno devono essere stati creati.

    Oliviero Mannucci

    RispondiElimina
  13. Gent. Sig. Mannucci,
    lei afferma che all'interno dell'Area 51 c'è tecnologia avanti un secolo.
    Una mia domanda, forse un po' banale : in un periodo di crisi come questa, non sarebbe una soluzione introdurre determinate tecnologie in maniera da favorire un nuovo sviluppo industriale, commerciale ?
    Del resto, per quel poco che ne posso capire, i grandi passi in avanti fatti dagli anni 50 in poi non derivano forse in parte anche da conoscenze acquisite dopo lo schianto a Roswell ?

    RispondiElimina
  14. Caro lettore grazie per aver scritto, questo mi da l'occasione di chiarire alcuni argomenti. La sua domanda, mi perdoni, anche se priva di qualsiasi malizia la trovo un poco ingenua. Lei pensi che solo restando nel campo della tecnologia civile, un nuovo ritovato tecnologico non è così scontato che venga messo subito in commercio. Prima di tutto vengono fatte tutta una serie di sperimentazioni per rendere il prodotto rispondente alle normative internazionali, eppoi bisognerà arrivare a produrlo ad un prezzo che lo renda accessibile a secondo del segmento di mercato che andrà ad occupare, e inoltre verrà messo in commercio solo quando il suo omologo tecnologicamente meno avanzato avrà prodotto il giusto profitto a chi lo produce. Quindi posso tranquillamente affermare che quando un prodotto tecnologico, qualunque esso sia, prodotto per la massa, quando uscirà sul mercato sarà già vecchio. Faccio un esempio pratico tanto per capirci: in Italia si continuano vendere tv lcd 3D che abbisognano degli occhialini, ma di fatto esistono già tv 3D che non hanno bisogno degli occhialini, lo scorso hanno ne vendevano un modello della Samsung ma solo a San Marino, ma pochi lo sanno perché non sono stati pubblicizzati. Se mentre erano in commercio i tv 3D vecchio modello, la Samsung avesse pubblicizzato in Italia, l'esistenza di un tv 3D senza occhialini, più riposante per gli occhi e meno costoso del precedente, si sarebbe fatta un clamoroso autogol, non le pare? Trasponga quanto le ho detto a livello militare, dove tra l'altro ci sono anche dei problemi di sicurezza e di opportunità da rispettare e vedrà che non potrà che essere d'accordo con me. Altro esempio: quando furono prodotti i visori notturni di prima generazione, era interesse del paese detentore del brevetto non farlo conoscere ai suoi potenziali nemici, vedere nel buio durante una guerra da un bel vantaggio se il nemico non può farlo, non le pare? Poi c'è un altro problema, quello che veniva sviluppato nell' Area 51, veniva fatto spesso grazie a fondi occulti, infatti erano chiamati Black Project, che neanche le più alte cariche del governo federale statunitense conoscevano, e quindi progetti non giustificabili economicamente parlando, se poi ci mettiamo che tutto questo veniva fatto fuori della legislazione Usa, il quadro è completo. La saluto e spero di essere stato chiaro ed esaustivo.

    RispondiElimina
  15. ASPETTIAMO TUE NOTIZIE ALLORA

    RispondiElimina
  16. Ma che faccia hanno alla nasa Come é possibile che sotto lo stesso ente ci siano 2 apparati di progettazione diversi. Il primo dopo aver mandato uomini a rischiare dentro scatolette rivestite di carta stagnola e che adesso si diverte a giocare con la joistick del rover marziano e L?ALTRO apparato quello che fa davvero sul serio e copiando la tecnologia roswell ha prodotto sr71 sr91 aurora project tr-3b il triangolo nero che simula l'antigravità' E' possibile che all'ombra della stessa nasa che sa tutto e nega delle bombe così, parallelamente nascano progetti oscuri all'ombra di un governo oscuro parallelo a quello ufficiale dove il presidente é solo un burattino, manovrato da un gruppo di intelligence, servizi segreti scienziati e progettisti, che tiene all'oscuro e nell'ignoranza il resto degli americani. E' possibile che i militari americani viaggiano già tra le stelle?? probabilmente si! come confessa sul letto di morte addirittura negli anni 80 il direttore lockeed reparto oscuro skunk work ben rich dichiara che gli ET sono reali e i militari viaggiano tra le stelle orgoglioso di esserci riuscito a far funzionare la tecnologia aliena pero' altrettanto preoccupato che questa segretezza totale voluta da lui probabilmente avrebbe danneggiato tutto il resto della popolazione civile del mondo. Come é possibile che questo bubbone planetario, qualdo verrà a galla, non provochi qualche danno mondiale.Come é possibile che la mia amata america dell'auto per tutti dell'aereo del frigo, computer ecc che ha fatto della sua politica il rendere possibile a tutti qualsiasi cosa, ora per sostituire il concorde e per rendere possibile new york londra in 1 ora mi spara da un b52 con un razzo, una tecnologia accantonata persino da loro, mandano civili attaccati ad un razzo intercontinentale per testate atomiche, mentre il gruppo segreto viaggia con gli stargate e l'antigrafità, in nome di quale egemonia e superiorità militare . Volevo sapere Oliviero, cosa ne pensi di questo che ho scritto sopra e anche di questo link che ti aggiungo , non capisco se questo discorso delle razze, fino a che punto possa essere vero, per la verità ho già sentito parlare tante volte che piu' o meno quelle conosciute sono queste , e anche perchè dipinte in questo modo allora posso anche capire la negazione americana , ma mi chiedevo quale poteva essere la fonte di questo dettagliato (fin troppo) racconto e se poteva essere una disinformazione per mettere paura all'umanita e creare dopo il terrorismo un altro nemico ancora l'alieno, tanto l'america deve avere sempre un nemico da combattere per darsi un identita http://www.usac.it/articoli/casale_tipologie_aliene.htm inoltre ti volevo chiedere, dal momento che sono un pensionato, vivo da solo, e la famiglia e i figli mi hanno un po deluso e ognuno ha seguito la strada che riteneva migliore, Pensavo di ritirarmi 3/4 mesi all'anno risparmiando nella bolletta del gas che con la pensione che ho mi manda sempre sotto nel conto/corrente in qualche bungalow al mare nelle fascie tropicali orientali vicino a qualche zona che tu piu' probabilmente conosci, dove ci sono piu' possibilità di fare qualche scatto fotografico interessante, non mi aspetto niente naturalmente, tanto non ne ho mai visti,piu' che altro é un interrogativo che ho da quando avevo 6 anni e vidi sul giornale una foto che ritraeva 2 agenti in borghese che tenevano per mano un piccolo alieno e da allora non ho fatto altro che leggere urania /cosmo/giornale misteri/ kolosimo/von daniken tutti i trattati di carl sagan e a 64 anni non so ancora nulla e però un indicazione precisa da te me l'aspetto e ti prego non dirmi che non sai niente o che aspetti momenti piu' maturi.....ma se tu dici che i tempi sono già maturi ciao roberto fraternali fraterobin@gmail.com

    RispondiElimina
  17. Caro lettore, la NASA non c'entra molto. Chi gestisce i black project, è al di sopra di tutto, anche delle leggi che governano gli USA. Dai black project esce una tecnologia che passa prima per l'apparato militare statunitense, poi arriva alla NASA e poi dopo tanto tempo, forse, arriva nel mondo civile.

    Clear skies

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.