giovedì 5 aprile 2018

NASA finanzia lo sviluppo di api-drone per ricercare la vita su Marte

La NASA non investe solamente in progetti a breve termine, recentemente l'agenzia spaziale ha selezionato 25 proposte che potremmo definire "tecnologicamente avanzate", che potrebbero avere il potenziale di migliorare significativamente l'approccio all'esplorazione dello spazio e dei pianeti, nonchè del funzionamento dei sistemi aerospaziali di attuale utilizzo.

Molto interessante il progetto chiamato "Marsbee", nato dalla collaborazione tra un team dell' dell'Università dell'Alabama Huntsville ed alcuni scienziati giapponesi. Come avrà già capito chi mastica un po' di inglese, Marsbee prevede la creazione di una nuova generazione di droni-api robotizzate, pensate per l'esplorazione di Marte, con focus specifico sulla ricerca di segnali di vita, o di elementi che possano indicarne una possibile presenza in passato.
Il progetto prevede il loro impiego sfruttando un rover (come Curiosity) di nuova generazione come base mobile, in grado di caricare le batterie ed analizzare i dati/campioni raccolti. Le api-drone verranno utilizzate principalmente per operazioni di mappatura del terreno e per la ricerca di emissioni di gas, soprattutto metano.
Il progetto delle "Marsbee" ha ricevuto uno stanziamento di fondi quantificabili in 125.000 dollari, ora i team al lavoro avranno 9 mesi di tempo per portare lo sviluppo alla fase 2 e confermarne la fattibilità.
Tra gli altri progetti che hanno ricevuto fondi per lo sviluppo, troviamo un robot mutaforma in grado di assumere forma sferica e rotolare sul terreno per muoversi più agevolmente, un Biobot in grado di essere collegato ad una tuta spaziale e fornire maggior supporto vitale agli astronauti, e molti altri bizzarri progetti consultabili nella pagina ufficiale della NASA.

Fonte 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.