lunedì 27 settembre 2010

UFO & MEDIA

MAURIZIO COSTANZO C'E' UN POST PER TE

Questa mattina stavo distrattamente seguendo la trasmissione di Costanzo " Bontà loro" mentre facevo alcune faccende casalinghe, quando sento una redattrice della trasmissione intervenire segnalando una importante notizia di agenzia che io ieri sera avevo già messo sul mio blog e che è stata pubblicata da due fra le più importanti testate giornalistiche in lingua inglese ( New York Post e Telegraph). L'ONU ha nominato una astrofisica malese a rappresentare il genere umano in un eventuale contatto con civiltà aliene. Una notizia di portata epocale, che mi aspettavo di vedere su i televideo Rai e Mediaset, o di sentire in qualche TG, visto che quando c'è da parlare di UFO in maniera denigratoria molti giornalisti sono sempre pronti a scrivere fregnacce o a dare risalto a casi che non lo meriterebbero. Nessuno ne ha parlato e Costanzo che dice ?! Che l'ONU si occupi dell'IRAN!!!!!???? Ma come, l'Oganizzazione delle Nazioni Unite ammette la possibilità che si possa verificare da qui a poco tempo un contatto con una civiltà aliena nominando addirittura una astrofisica( e quindi una scienziata) stipendiata per essere ambasciatrice del genere umano che in caso di contatto dovrà fare da mediatrice culturale seguendo un protocollo già stabilito da tempo, e Maurizio Costanzo snobba la notizia????!!!!! Caro Costanzo ma chi ti credi di essere? (se fosse una partita di calcio meriteresti il cartellino rosso) e sai che ti dico " c'é un post per te", ma la lettera non te la manda la tua amata Maria, ma il sottoscritto. E' proprio ora che tu te ne vada in pensione, sei vecchio oramai per stare in televisione se non capisci la portata della notizia che è stata data e per la cecità dimostrata e questo vale per tutti i giornalisti omertosi come lui.

Oliviero Mannucci

P.S : E' stato fatto un tentativo di smentire la notizia, ma sta di fatto che all'ONU già da tempo hanno stilato un protocollo al quale riferirsi in caso di contatto con una civiltà aliena in visita sulla Terra. E se con tutti i problemi che devono discutere ogni giorno, hanno dedicato del tempo anche a questo, evidentemente sanno che la possibilità di un eventuale contatto non è poi così remota. La realtà è che ogni giorno, in ogni parte del mondo ad ogni ora del giorno e della notte, vengono avvistati, fotografati e filmati UFO. A meno che non si vogli fare come gli struzzi, una persona può capire da sola come stanno le cose, al di là del rilascio di notizie più omeno ufficiali, più o meno attendibili. Come diceva l'astrofisico Labeque al Congresso Mondiale del SETI del Settembre 2008, svoltosi presso il Palazzo dell'Unesco a Parigi: Something is here ( qualcosa è qui).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.