Statistiche

giovedì 25 agosto 2011

Terremoto in Virginia, la paura del nucleare arriva negli Stati Uniti

Il terremoto di magnitudo 5.8 che ha scosso ieri lo stato della Virginia, situato sulla costa orientale degli Stati Uniti, non sarà ricordato soltanto per essere stato il più violento degli ultimi 67 anni, ma anche perché ha portato al centro dell'attenzione anche negli States il problema inerente alla pericolosità delle centrali nucleari in circostanze particolari come quella di ieri.
Il ricordo del dramma nucleare a Fukushima causato da un violento terremoto e dallo tsunami che ne è conseguito, lo scorso marzo, è ancora fervido nella memoria di tutti ed evidentemente anche la nazione a stelle e strisce non fa eccezione.
La scossa di ieri ha danneggiato alcuni importanti edifici della capitale, obbligando molti a scendere in strada.

Nessun pericolo? - L'epicentro è stato registrato a Mineral, località distante pochi chilometri da una centrare nucleare gestita da Dominion Resources. A causa del terremoto, l'impianto ha perso potenza e automaticamente ha interrotto le operazioni. Tuttavia come riportato da un lancio dell'agenzia di stampa Reuters "un portavoce dell'impianto ha detto comunque che non ci sono stati gravi" incidenti: 'Gli impianti nucleari perdono un margine significativo di sicurezza quando obbligati a ricorrere a questi sistemi d'emergenza', ha detto Paul Gunter, direttore di Beyond Nuclear, lobby anti-nucleare".
La Commissione per la Regolamentazione Nucleare Usa, tuttavia, ha tranquillizzato gli animi sostenendo che lo spegnimento dell'impianto è avvenuto in sicurezza senza pericoli per la popolazione. Al momento, infine, non è chiaro ancora quando l'impianto possa riprendere a funzionare.
Il terremoto di ieri ha portato all'evacuazione anche del Pentagono e della Casa Bianca, gli esperti fanno sapere che magnitudo così elevate non sono normali in questa parte degli Stati Uniti.

S. O.

Fonte: http://www.newnotizie.it

Commento di Oliviero Mannucci: Chi di voi ha sentito riportare questa notizia sui grandi "media" italiani alzi la mano!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.