domenica 20 aprile 2014

Violento «crash» sulla Luna: il satellite Nasa si schianta al suolo su ordine di Houston (in fumo 280 mln di dollari)



"Ladee", il satellite Nasa che ha studiato l'atmosfera ultra rarefatta della Luna negli ultimi mesi, ha terminato la sua missione in modo decisamente plateale. Si è infatti schiantato al suolo del nostro satellite alle 5 circa, ora italiana, del 18 aprile scorso con una velocità di quasi 6.000 chilometri all'ora, su ordine del centro di controllo di Houston. Un impatto certamente violento avvenuto sulla faccia nascosta della Luna, quella che non possiamo vedere, che ha letteralmente mandato in mille pezzi un satellite molto efficiente ed in fumo 280 milioni di dollari, costo della missione.

I primi commenti comunque confermano che si tratta di soldi ben spesi, dato che ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti e spedito a terra dati preziosi sulla composizione dell'atmosfera finissima della Luna, di cui sappiamo ancora veramente poco. La sua missione era iniziata nel settembre 2013 e dal novembre, con un volo straordinariamente basso, meno di 2 chilometri dal suolo, Ladee ha raccolto dati su dati spediti a terra per la prima volta con un sistema di trasmissione laser. Orbite bassissime che richiedono continuo apporto dei motori, e quindi carburante, ne ha fatte un centinaio dal novembre scorso prima di cadere spiraleggiando verso la Luna. Importante anche il contributo che i dati ottenuti dal satellite daranno per la soluzione di un problema che risale addirittura ai voli Apollo di 50 anni fa. Gli astronauti infatti testimoniarono di aver più volte visto bagliori all'orizzonte prima dell'alba sulla Luna. Probabilmente questo è dovuto al fatto che particelle di polvere lunare sono caricate elettricamente proprio dalla radiazione solare.

Leopoldo Benacchio

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.