Statistiche

mercoledì 22 febbraio 2012

Hubble scopre un pianeta ricoperto da acqua a 40 anni luce da noi

http://gaianews.it/wp-content/uploads/pianeta-di-acqua.jpg

Quando pensiamo ai pianeti, siamo portati a ricordare l’elenco che si imparava a scuola, da Mercurio a Plutone, e soprattutto sappiamo che i pianeti del sistema solare sono di diversi tipi, da quelli di tipo terrestre come Mercurio, Venere e Marte a quelli giganti, che a loro volta si dividono in giganti gassosi come Giove e Saturno a quelli ghiacciati, come Urano e Nettuno. Ora i ricercatori, con la scoperta dei pianeti extrasolari, hanno complicato un po’ le cose, avendo confermato l’esistenza di altre tipologie di pianeti come i mondi di lava e quelli gioviani caldi.

Finora un “waterworld” non era ancora stato scoperto, ma le osservazioni del Telescopio Spaziale Hubble della NASA hanno aggiunto ora questo nuovo tipo di pianeta. Analizzando l’oggetto GJ1214b, già noto agli astronomi, Zachory Berta, dello Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, e colleghi hanno dimostrato che si tratta di un mondo completamente ricoperto d’acqua, avvolto da una spessa atmosfera di vapore. La scoperta è stata fatta letteralmente guardando il tramonto sul pianeta alieno del suo piccolo sole.

“GJ1214b non assomiglia a nessun pianeta che conosciamo”, ha detto Berta. “Una frazione enorme della sua massa è costituito da acqua.”

GJ1214b è stato scoperto nel 2009 dal telescopio terrestre MEarth Project, guidato da David Charbonneau. Questa super-Terra è circa 2,7 volte più grande della Terra e ha una massa quasi 7 volte tanto. Orbita intorno ad una stella nana rossa ogni 38 ore a una distanza di 1,3 milioni di miglia. La temperatura stimata alla superficie è di di 232 gradi.

Nel 2010, Jacob Bean e colleghi hanno detto di aver misurato l’atmosfera di GJ1214b, retenendo probabile che fosse costituita principalmente di acqua. Tuttavia, le osservazioni potevano essere spiegate con la presenza di umidità nell’atmosfera.

Berta e i suoi co-autori hanno usato lo strumento WFC3 a bordo di Hubble per studiare il pianeta GJ1214b quando passa davanti alla sua stella ospite. Durante tale transito, la luce della stella viene filtrata attraverso l’atmosfera del pianeta, fornendo indizi ai ricercatori sulla composizione di gas.

“Stiamo usando Hubble per misurare letteralmente il colore del tramonto a infrarossi su questo mondo”, ha spiegato Berta.

Berta e i suoi hanno trovato che lo spettro di GJ1214b è piatto in un ampio intervallo di lunghezze d’onda. Il modello atmosferico più coerente con i dati di Hubble è una densa atmosfera di vapore acqueo.

“Le misurazioni di Hubble fanno davvero pendere la bilancia a favore di un ambiente umido,” ha detto Berta.

Dato che la massa del pianeta e le dimensioni sono note, gli astronomi possono calcolare la densità, che è pari a circa 2 grammi per centimetro cubo. L’acqua ha una densità di 1 grammo per centimetro cubo, mentre la densità media della Terra è 5,5 g/cm3. Questo suggerisce che GJ1214b ha molta più acqua della Terra, e molto meno rocce.

Da questi semplici calcoli i ricercatori possono desumere che la struttura interna di GJ1214b è molto diversa dal nostro mondo.

“Le alte temperature e pressioni formerebbero materiali esotici come il ‘ghiaccio bollente’ o ‘acqua superfluida’ – stati dell’acqua che sono completamente estranei alla nostra esperienza quotidiana”, ha detto Berta.

I teorici si aspettano che GJ1214b si sia formato molto più lontano dalla sua stella rispetto a dove si trova ora, in quanto è solo ad una certa distanza che si trova ghiaccio, per esempio negli asteroidi.

Nel processo, il pianeta avrebbe attraversato zona abitabile della stella. Quanto tempo è rimasto lì è un dato sconosciuto ai ricercatori.

GJ1214b si trova nella direzione delle costellazione di Ofiuco, a soli 40 anni luce dalla Terra. Pertanto, è un ottimo candidato da scrutare con attenzione una volta che il nuovo telescopio spaziale di nuova generazione, il James Webb Space Telescope, sarà in orbita.

Fonte: http://gaianews.it

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.