giovedì 1 maggio 2014

Nucleare? No,grazie! - Fukushima – Minaccia di Ecocidio globale

3 anni dopo il disastro di Fukushima, la contaminazione dell'acqua è un problema enorme che non è ancora stato risolto

Dopo il meltdown in marzo 2011, acqua altamente radioattiva è stata mantenuta nelle vasche, con una perdita quotidiana di circa 400 metri cubi nell’Oceano Pacifico. Lo scorso agosto 300 tonnellate di acqua radioattiva trattata è trapelata nell'Oceano Pacifico. Al fine di risolvere il problema, le autorità giapponesi sono giunte a una soluzione radicale: scaricare l’acqua contaminata nell'oceano con un "rilascio controllato" ... a partire da maggio 2014.
Che cosa significa "rilascio controllato"? Un processo di filtrazione eliminerebbe elementi radioattivi dall'acqua. Tuttavia, ci sono molti dubbi con il processo di filtrazione. Non esiste ancora alcun processo per filtrare lo stronzio, che è estremamente pericoloso - che quindi sarà rilasciato nell'oceano.
Prevalgono la cattiva gestione e la mancanza di trasparenza. Tepco ha solo ora confermato quello che ha scoperto lo scorso settembre: si stima che i livelli siano di 5.000.000 di becquerel per litro di stronzio nelle misurazioni a soli 25 metri dal mare - il limite legale per lo stronzio 90, il rilascio nell'oceano è di 30 becquerel per litro. Più di 166.000 volte il limite legale!
Shunichi Tanaka, presidente del regolamento dell'Autorità nucleare giapponese spiega che “Dobbiamo fare una scelta prendendo in considerazione tutti i rischi connessi..”Sì, e questa scelta deve essere quello di porre fine all’Ecocidio e non di rilasciare acqua radioattiva nell'oceano!

Fonte 

Commento di Oliviero Mannucci: Una battuta...come fare a filtrare lo "stronzio"? Fate come faccio io, usate la segreteria telefonica!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.