mercoledì 9 luglio 2014

Asteroidi pericolosi? Verranno monitorati dalla Sicilia

È unico in Europa il telescopio a grande campo che sta per sorgere a Isnello, in Sicilia, e che la Nasa ha individuato come strumento principe per il monitoraggio degli asteroidi che si avvicinano pericolosamente al nostro pianeta

  L’interesse è stato manifestato al sindaco del paese Giuseppe Mogavero da Donald K. Yeomans, responsabile del programma ‘Near Earth-Object’ del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) di Pasadena (California, Usa). Il potente mezzo di osservazione astronomico, che sorgerà sul monte Mufara come parte di un parco astronomico, è stato già oggetto di mire scientifiche da parte dell’Agenzia Spaziale Europea, dell’Action Team on Near-Objects dell’Onu, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, dell’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali e dell’Università di Pisa, poiché potrà studiare diversi fenomeni astronomici come le esplosioni di raggi gamma e x, ed efficacemente osservare le sorgenti di onde gravitazionali e neutrini.
“Un telescopio di questo tipo potrebbe dare un contributo significativo agli sforzi internazionali per monitorare i cosiddetti ‘oggetti vicini alla Terra’ ha scritto lo scienziato al sindaco– […] Un telescopio a grande campo come quello previsto nei vostri progetti rappresenterebbe uno strumento ideale per far avanzare la ricerca in questo settore dell’astronomia. […] Vi incoraggio quindi a fare tutto ciò che vi sarà possibile per portare avanti questo eccitante progetto

Telescopio Sicilia1

Il progetto prevede anche la realizzazione di un centro per la didattica e la divulgazione dotato di planetario digitale con cupola da 10 metri di diametro e capienza di 75 posti, terrazza osservativa ove verranno istallati diversi strumenti di osservazione astronomica, struttura museale, aule didattiche, laboratorio solare, laboratorio astronomico all’aperto con orologi solari, un'antenna radioastronomica di 3 metri di diametro, e una stazione operativa di controllo dotata di foresteria

Telescopio Sicilia

Non si hanno ancora notizie certe sulle tempistiche di realizzazione definitiva, ma intanto, per celebrare i lavori di costruzione del telescopio, è stata organizzata la sesta edizione del Gal Hassin 2014, che tra dall’11 ed il 13 luglio ospiterà grandi nomi dell’astronomia nazionale coinvolti in presentazioni, conferenze e tavole rotonde. 

Roberta De Carolis

Fonte 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.