lunedì 11 maggio 2015

La “Teoria degli Antichi Astronauti” in un episodio di Star Trek

Non avendo una griglia intrepretativa adeguata, le antiche popolazioni terrestri avrebbero scambiato la tecnologia aliena (navi spaziali, armi laser, ecc...) per poteri sovrannaturali, credendo che gli dei fossero scesi sulla Terra. E' possibile tutto ciò? Secondo i Teorici degli Antichi Astronauti le prove di questi eventi sarebbero abbondanti e sotto i nostri occhi. Bisogna avere solo la capacità di saperle vedere.


Come trattato in un post precedente, i teorici degli Antichi Astronauti sono convinti che in un passato remoto, cosmonauti alieni hanno visitato il nostro pianeta entrando in contatto con i nostri antenati.
Il Culto del Cargo rappresenta un singolare fenomeno etno-sociale sorto a seguito delle spedizioni americane nelle isole del pacifico durante il secondo conflitto mondiale.
La distribuzione gratuita di cibo, l’applicazione della medicina occidentale tra gli uomini delle tribù primitive e l’utilizzo degli aeroplani, dovette impressionare notevolmente i nativi, tanto da far credere ai nativi di avere a che fare con delle divinità, spingendoli alla creazione di veri e propri culti religiosi in onore degli dèi.
Per descrivere questa affascinante teoria e capire meglio il fenomeno del “Culto del Cargo“, ci può venire in aiuto un’intrigante puntata della serie televisiva Star Trek, The Next Generation. L’episodio in questione è intitolato “Prima Direttiva”.
Alcuni antropologi della Federazione Unita dei Pianeti sono impegnati a studiare in segreto una popolazione primitiva di un remoto pianeta. Per una serie di eventi, i primitivi entrano in contatto con il Capitano Picard, il quale, a causa del potere del teletrasporto e della medicina, verrà scambiato per un vero e proprio Dio, con la nascita del relativo culto.
Il capitano Picard dovrà sudare non poco per convincere i nativi del pianeta che egli è solo un uomo. Di seguito proponiamo una sintesi dell’episodio.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.