Statistiche

giovedì 26 luglio 2012

Spazio: Asi inaugura nuova sede e celebra collaborazione con Nasa

(AGI) - Roma, 25 lug. - E' una storia lunga mezzo secolo, quella dell'Agenzia spaziale italiana, iniziata all'interno del Cnr e con il primo accordo di collaborazione con la Nasa nel 1962. Dopo il lancio del primo satellite nel 1964 e quasi vent'anni di collaborazione con la Nasa nella base di Malindi, in Kenya, nel 1988 l'Asi si stacca dal Cnr e diventa un ente a se stante. Ma sono dovuti passare piu' di vent'anni da allora perche' l'Agenzia avesse una sede completamente sua: quella che e' stata inaugurata questa mattina, all'interno del campus universitario di Tor Vergata, dal presidente Enrico Saggese, alla presenza del ministro dell'Istruzione, Universita' e Ricerca, Francesco Profumo; del direttore generale della Nasa, Lorin Garner, e del rappresentante dell'Agenzia spaziale europea (Esa), Giuseppe Morsillo. Una giornata organizzata con l'obiettivo non solo di presentare la nuova sede, che sorge vicino ad altri importanti centri di ricerca, ma anche per celebrare i vent'anni del primo lancio nello spazio di un astronauta italiano, Franco Malerba, e per annunciare la prossima ratifica di un vasto framework agreement tra i governi statinitense e italiano e le rispettive agenzie spaziali, per rafforzare l'ormai cinquantennale collaborazione e per garantire una presenza italiana costante presso la Nasa.
Un'inaugurazione importante, ha sottolineato il ministro Profumo, che "da' un importante segnale di fiducia e passione, cose di cui il paese ha bisogno soprattutto in un momento di difficolta' come quello attuale". Rivolgendosi agli astronauti italiani che hanno raccontato le loro esperienza nello spazio, Franco Malerba, Maurizio Cheli, Umberto Guidoni, Roberto Vittori, Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano (in collegamento da Houston), il ministro ha proposto loro di organizzare un toru nelle scuole italiane "per trasmettere la vostra passione ai nostri ragazzi perche' - ha aggiunto - sono sicuro che se riuscissimo a trasmettere loro la passione di persone come voi, il nostro paese sarebbe migliore". Il presidente dell'Asi ha quindi ribadito come la giornata di oggi avesse l'obiettivo non solo di celebrare l'Agenzia, le sue attivita' e le sue collaborazioni, ma anche di guardare al futuro, a partire e dalle missioni Expedition 36/37 che nel 2013 vedra' andare nello spazio il nostro Luca Parmitano ed Expedition 42/43 che nel 2014 vedra' protagonista Samantha Cristoforetti. Quanto alle difficolta' che il nostro paese sta attraversando e ai tagli alla spesa che stanno interessando molti settori, Saggese ha detto di non essere preoccupato perche' "con il Governo condividiamo la consapevolezza che quella aerospaziale e' la seconda realta' industriale del paese e, dunque, che quanto speso in ricerca e sviluppo va consierato - ha concluso - solo come un investimento".(AGI) -

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.